Nazionale Femminile: un’Italia incerottata va sotto con la Svizzera (finisce 1-2)

La Svizzera vince 2 a 1 al Barbera di Palermo davanti a oltre 10.000 spettatori. Avanti di due gol all’intervallo la Svizzera soffre, cade, ma alla fine regge l’urto delle Azzurre e porta a casa una vittoria che vale il primato nel Gruppo G di qualificazione ai prossimi Mondiali del 2023 in Australis e Nuova Zelanda.

Sconfitta amara per la Nazionale italiana femminile che, dopo un primo tempo anonimo in cui va sotto di due reti, trova il coraggio di comandare la partita nella ripresa accorciando le distanze e sfiorando nel finale un pareggio che sarebbe stato meritato. La traversa di Bonansea impedisce alla Azzurre di rimanere in testa al girone e le elvetiche salgono a + 3 in classifica.

Mercoledì in Romania la nazionale Femminile ha un solo risultato, la vittoria, per non compromettere ulteriormente il passaggio alla fase successiva senza passare per i playoff

Italia Femminile – Svizzera Femminile 1-2 (0-2)
9′ Sow (S), 19′ Crnogorcevic (S), 60′ Bonansea (I)

Italia (4-4-2): Giuliani; Gama, Linari (82′ Simonetti), Salvai, Lenzini (82′ Soffia); Bergamaschi (54′ Serturini), Giuliano, Girelli, Boattin; Giacinti (87′ Pirone), Bonansea.  A disp. Bonfantini, Cinotti, Di Guglielmo, Durante, Glionna, Pandini, Schroffenegger. Ct. Bertolini.

Svizzera (3-5-2): Thalmann; Buhler, Stierli, Aigbogun; Maritz, Xhemaili (64′ Mauron), Walti, Sow, Bachmann (84′ Kiwic); Crnogorcevic, Folmli (79′ Lehmann).  A disp. Calligaris, De Alem, Friedli, Julini, Marti, Pando, Peng, Piubel, Rinast. Ct. Nielsen.

You may also like

Serie B Femminile: i risultati della 9a giornata consolidano il primato della Lazio

Dopo il pareggio per 2-2 nell’anticipo tra Arezzo