Serie A Femminile: sintesi 16a giornata (cronaca e tabellini di tutte le partite)

Partite 16a giornata Serie A TimVision 2021-22
Sabato 05/03/2022

  • HELLAS VERONA WOMEN – EMPOLI LADIES 0-1

Sorride infine l’Empoli che contro l’Hellas Verona in trasferta conquista tre punti importanti grazie alla rete decisiva di Dompig al 73’. Per la giocatrice è il quarto gol in Serie A e finora può vantare la partecipazione a 10 gol in questo in campionato con 4 reti e 6 assist. Secondo successo consecutivo per le azzurre per la prima volta dall’ottobre 2020 e contro le gialloblù nello specifico conquistano la quinta vittoria in altrettanti precedenti di Serie A. Era dal 5 dicembre 2021 che l’Empoli non chiudeva una gara di Serie A con un clean sheet (da allora aveva incassato 9 reti). Con questo successo l’Empoli sale a quota 18 punti.

Hellas Verona Women – Empoli Ladies 0-1 (0-0)
73’ Dompig

Hellas Verona Women (4-3-3): Haaland ; Imprezzabile (58’ Cabrera), Ambrosi, Horvat, Jelencic; Ledri, Sardu, Lotti (58’ Casellato); Pasini (46’ Arrigoni), Rognoni, Anghileri (58’ Oliva). A disp.: Keizer, De Sanctis, Marchiori, De Cao. Mjagkova, All.: Brutti

Empoli Ladies (4-5-1): Capelletti; Oliviero, Knol, Maia, Mella (46’ De Rita); Monterubbiano (83’ Silvioni), Cinotti, Bellucci, Prugna (66’ Nichele), Dompig; Nocchi (54’ Bragonzi). A disp.: Ciccioli, Sacchi, Morreale, Binazzi, Brscic. All.: Ulderici

  • JUVENTUS WOMEN – ROMA FEMMINILE 1-1

Gara bellissima e ricca di emozioni, con occasioni e qualità in campo. Ma al 10’ passa avanti la Juventus grazie a Girelli che beffa le giallorosse con un colpo di testa sul quale si avventa Soffia che, nel tentativo di spazzare via la sfera la fa invece entrare in porta. Al 25’ chance per la Roma con Paloma Lazaro che si coordina dall’altezza del dischetto ma non inquadra bene la porta e la conclusione si perde di poco al lato della porta difesa da Peyraud-Magnin. La numero uno bianconera è chiamata di nuovo in causa poco dopo: Serturini dal limite dell’area si coordina e fa partire il destro a giro ma i guantoni di Peyraud-Magnin prolungano il pallone oltre il fondo. La Roma nel secondo tempo ci prova più delle bianconere per provare a riagguantare il risultato e tenere il passo in classifica della Juventus prima. E dopo un’ora di gioco, al 61’, ci pensa Paloma Lazaro a riportare la situazione in parità. Sesto gol in campionato per la numero 29 della Roma che col sinistro non sbaglia; da inizio novembre nessuna giocatrice ha segnato più gol in trasferta di Lazaro (come Visentin e Clelland). Giugliano poco dopo prova a trovare la rete dell’1-2 dalla distanza ma la solita Peyraud-Magnin risponde e lancia anche un rimprovero alle compagne. La Roma continua a pressare alto e arriva anche il turno di Glionna che ci prova ma non inquadra lo specchio. La Juve però c’è sempre e le giallorosse rischiano grosso con la punizione di Boattin che prende una traiettoria insidiosa e costringe Ceasar all’intervento provvidenziale per spedire la palla oltre il fondo. Il big match però alla fine si chiude con il risultato di 1-1. La Roma interrompe una serie di 9 successi consecutivi in Serie A, mentre la Juventus per la prima volta nella sua storia non ha trovato la vittoria in due gare di fila nel massimo campionato. In vetta alla classifica dunque non cambia nulla, i punti di distacco tra Juve e Roma rimangono 3, con le bianconere ora a quota 41 e le giallorosse a 38.

Juventus Women – Roma Femminile 1-1 (1-0)
11′ aut. Soffia (J), 61′ Lazaro (R)

Juventus Women (4-3-3): Peyraud-Magnin; Lenzini (77′ Lundorf), Gama, Sembrant, Boattin; Rosucci (74′ Bonfantini), Pedersen, Caruso; Bonansea, Girelli, Cernoia.  A disp. Aprile, Panzeri, Hyyrynen, Nilden, Grosso, Zamanian, Staskova. All. Montemurro.

Roma Femminile (4-3-3): Ceasar; Soffia, Bartoli, Linari, Di Guglielmo; Andressa (86′ Mijatovic), Giugliano, Greggi; Serturini (72′ Glionna), Lazaro (86′ Haug), Haavi.  A disp. Ghioc, Lind, Pettenuzzo, Kollmats, Bergersen, Bernauer, Borini, Corelli, Pirone. All. Spugna.

  • SAMPDORIA WOMEN FIORENTINA FEMMINILE 2-0

Al Garrone di Bogliasco la Sampdoria si impone per 2-0 contro una Fiorentina che fatica a ritrovare la via della vittoria e colleziona il nono ko stagionale. Una gara tuttavia sempre viva e con le viola che hanno provato in tutti i modi a recuperare il match, come testimoniato dal 70% di possesso palla della squadra di Panico. La Samp invece con questo 2-0 ha mantenuto la porta inviolata per due gare di fila in Serie A per la seconda volta in assoluto, dopo la serie di tre clean sheet consecutivi dello scorso ottobre. I gol arrivano tutti nel primo tempo e nel giro di quattro minuti anche se le prime occasioni le crea la Fiorentina. Prima con le solite Giacinti e Boquete, poi con Mascarello che si divora il gol del vantaggio: chance enorme per la numero 12 viola che davanti alla porta vuota raccoglie il suggerimento di Monnecchi, apre il piatto ma sbaglia clamorosamente lanciando alto. Al 36’ poi arriva il vantaggio blucerchiato: è Wagner che realizza l’1-0 con un tiro cross che prende una traiettoria imprevedibile, scavalca e beffa Tasselli. Per Wagner è il primo gol in stagione e la Fiorentina è la quarta squadra contro cui la giocatrice è andata a segno in Serie A. Al 40’ la rete del 2-0 porta la firma dell’ex Martinovic: gran gol dell’attaccante e primo in maglia blucerchiata, il secondo alla squadra viola dopo quello del settembre 2020 con la maglia del Florentia San Gimignano. Nel secondo tempo la Fiorentina ci prova in tutti i modi a riaprire la gara ma, per quanto costruisca, la squadra viola non riesce mai ad essere abbastanza cinica sotto porta. Porta stregata per Giacinti e compagne al 76’: inizia tutto con un calcio di punizione di Boquete che si stampa sulla barriera ma le viola non demordono. Batti e ribatti, il pallone finisce sul destro di Huchet che prova la conclusione ma viene ribattuta da Fallico e alla fine la Samp riesce a liberare l’area dall’assedio della Fiorentina. Poco dopo è ancora la numero 23 a riprovarci dalla distanza ma la sfera si perde sul fondo e poi ancora all’80’ sempre Huchet dal limite dell’area ma stavolta c’è la parata decisiva di Tampieri. E la numero uno blucerchiata si rende ancora protagonista due minuti più tardi sul tentativo di Lundin. La Fiorentina non vince da 6 turni (3 pareggi e altrettante sconfitte), la striscia peggiore per le viola in Serie A.

Sampdoria Women – Fiorentina Femminile (2-0)
36′ Wagner, 40′ Martinovic

Sampdoria Women (4-3-1-2): Tampieri; Auvinen, Spinelli, Pisani, Giordano; Conc, Wagner (67′ Martinez), Fallico; Rincon (83′ Novellino); Martinovic (61′ Rizza), Tarenzi. A disposizione: Ortiz, Bursi, Helmvall, Bargi, Gardel, Boglioni. Allenatore: Cincotta

Fiorentina Femminile (4-2-3-1): Tasselli; Vigilucci, Tortelli, Breitner, Cafferata; Huchet, Mascarello; Monnecchi (78′ Baldi), Boquete, Giacinti; Sabatino. A disposizione: Bartalini, Russo, Aronsson, Fortunata, Kravets, Vitale, Catena. Allenatore: Panico

Partite 16a giornata Serie A TimVision 2021-22
Sabato 05/03/2022

  • INTER WOMEN – POMIGLIANO FEMMINILE 0-1

L’Inter di Guarino perde 1-0 in casa e rimedia la quinta sconfitta in campionato, la seconda di fila dopo quella subita contro la Roma e la seconda contro il Pomigliano dopo il 3-0 dell’andata. Sul campo delle lombarde, il primo tempo si gioca a ritmi bassi e senza troppe occasioni, ma al 58’ arriva la fiammata delle campane guidata da Tudisco, che raccoglie il pallone da fuori area e con una prodezza batte Durante tra i pali. Le nerazzurre provano a reagire subito con un tentativo al volo di Marinelli, ma Buhigas è attenta e con un ottimo riflesso devia in calcio d’angolo. Al 65’ la chance per il pari passa dal destro di Csiszar, che calcia bene da fuori ma colpisce in pieno la traversa. L’Inter si fa vedere spesso sulla trequarti avversaria ma, nonostante i cambi offensivi di Guarino, il gol dell’1-1 non arriva. Finisce con il successo delle ospiti al “Suning Center”, con le campane che salgono a +4 sulla zona retrocessione.

Inter Women – Pomigliano Femminile 0-1 (0-0)
58’ Tudisco

Inter Women (4-4-2): Durante; Sonstevold, Kathellen, Kristjansdottir, Landstrom (88’ Merlo): Alborghetti (64’ Simonetti), Csiszar (79’ Regazzoli), Karchouni, Pandini (64’ Bonetti); Polli (46’ Marinelli), Ajara Nchout. A disposizione: Cartelli, Santi, Brustia, Vergani. All.: Guarino

Pomigliano Femminile (4-4-1-1): Buhigas; Tudisco, Ejangue, Apicella, Fusini; Moraca (70’ Banusic), Luik, Ferrario, Ippolito (83’ Salvatori Rinaldi); Vaitukajtyte; DellaPeruta (61’ Capparelli). A disposizione: Cetinja, Mastrantonio, Varriale, Puglisi, Ferreira, Landa. All: Tesse

  • LAZIO WOMEN – SASSUOLO FEMMINILE 3-1

Impresa della Lazio da una parte, occasione sprecata dal Sassuolo dall’altra. Nel primo dei tre match domenicali, andato in scena allo stadio “Campo Aquile” alle 12.30, le biancocelesti di Catini partono subito forti e dopo appena 33” sbloccano il parziale: apertura perfetta di Visentin a Fridlund, la norvegese raccoglie il suggerimento e col destro non sbaglia. Le emiliane però reagiscono e al 2’ Cambiaghi raccoglie il cross di Dubcova e pareggia il conto. Dopo i due gol si ristabilisce l’equilibrio ma al 24’ la Lazio raddoppia: Lemey atterra Pittaccio e l’arbitro concede il penalty alle biancocelesti. Sul dischetto si presenta Ferrandi che spiazza il portiere belga e porta avanti le compagne. Le neroverdi, seppur penalizzate dalle assenze, nella ripresa si riversano nella metà campo avversaria impegnando spesso Ohrstrom (cinque parate totali nel match) ma senza trovare il gol. Gol che invece trovano le padrone di casa nel finale con Cuschieri, che sulla respinta di Mihashi supera Lemey per il 3-1 finale. La Lazio sale a quota sette in classifica, mentre il Sassuolo scivola a -3 dalla Roma seconda, impegnata col Milan nel prossimo turno di campionato, tra due settimane.

Lazio Women – Sassuolo Femminile 3-1 (2-1)
1’ Fridlund (L), 3’ Cambiaghi (S), 24’ rig. Ferrandi (L), 91’ Cuschieri (L)

Lazio Women (4-2-3-1): Ohrstrom; Pittaccio (83’ Pezzotti), Fordos, Falloni, Vigliucci; Di Giammarino, Cuschieri; Ferrandi (83’ Savini), Visentin (95’ Groff), Fridlund (65’ Labate); Chukwudi (65’ Heroum). A disp.: Natalucci, Guidi, Le Franc, Santoro. All.: Catini

Sassuolo Femminile (4-3-3): Lemey; Santoro (53’ Pellinghelli), Dongus, Mihashi, Philtjens; Pondini, Parisi (68’ Benoit), Iriguchi (53’ Ferrato); Cambiaghi, Clelland (76’ Mak), Dubcova. A disp.: Lauria, Buonamassa, Micheli, Lugli, Brignoli. All. Piovani

  • MILAN FEMMINILE – NAPOLI FEMMINILE 1-1

Il Milan di Ganz non approfitta del pareggio tra bianconere e giallorosse: al “Vismara” finisce 1-1 col Napoli. Nella gara andata in scena alle 14.30, le rossonere sbloccano il punteggio dopo nemmeno due minuti: filtrante profondo di Bergamaschi e sinistro vincente di Thomas. Sesto sigillo per la francese in questo campionato, e quarto dall’inizio del 2022, intervallo temporale in cui solo Clelland (sei) conta più reti realizzate. La prima frazione si sviluppa sotto il controllo delle padrone di casa, ma le campane crescono nella ripresa e all’86’ Toniolo firma il pareggio: sinistro perfetto su calcio di punizione, Giuliani intuisce la direzione ma non basta. Un gol e un punto a testa per lombarde e campane; ma se le undici di Panico sorridono in chiave salvezza, Bergamaschi e compagne possono rammaricarsi per un’occasione mancata in ottica secondo posto.

Milan Femminile – Napoli Femminile 1-1 (1-0)
2’ Thomas (M), 86’ Toniolo (N)

Milan Femminile (3-4-2-1): Giuliani; Thrige Andersen, Agard, Fusetti; Arandottir, Grimshaw, Adami (58′ Jane), Tucceri; Thomas, Bergamaschi; Longo (70′ Stapelfeldt).  A disp. Cazzioli, Miotto, Babb, Zanini, Cortesi, Crotti, Codina. All. Ganz.

Napoli Femminile (3-5-2): Baldi; Corrado, Golob, Awona; Erzen, Sara Tui, Colombo (68’ Errico), Mauri (79’ Toniolo), Abrahamsson (68’ Acuti); Jaimes, Pinna.  A disp. Aguirre, Di Marino, Garnier, Berti, Gallo, Botta. All.: Domenichetti-Castorina

Programma della 17ª giornata di Serie A Tim Vision 2021-22
Sabato 19 e domenica 20 marzo

Napoli Femminile-Juventus
Empoli-Sassuolo
Roma-Milan
Fiorentina-Hellas Verona
Inter-Sampdoria
Pomigliano-Lazio

 Serie A Femminile in un solo clic: cronaca e tabellini / partita per partita / giornata per giornata

You may also like

Serie B Femminile: i risultati della 9a giornata consolidano il primato della Lazio

Dopo il pareggio per 2-2 nell’anticipo tra Arezzo