Connect with us

Pubblicato

il

All’odg del Consiglio federale programmato per dopodomani, giovedì 25 giugno, molti temi ‘caldi’ per la serie A e per il movimento calcistico femminile.

Il presidente della Fgc, Gabriele Gravina,  starebbe preparando delle sorprese. Saranno il frutto della ferma volontà di traghettare il professionismo nel calcio femminile già a partire dalla stagione 2021-22? Questa sarebbe già una buona notizia.

Restano però aperte molte altre questioni, più contingenti. Il 16 giugno la Figc ha diffuso un comunicato ufficiale con il quale, dopo aver sancito il 6 giugno la chiusura dei campionati femminili, ha rinviato qualsiasi decisione in merito agli esiti dei campionati di competenza della Divisione Calcio Femminile.

Si tratta di ufficializzare se alla Juventus debba essere riconosciuto il titolo di vincitrice del torneo 2019-20. Un’ipotesi decisamente probabile, sulla base delle dichiarazioni rilasciate nei giorni scorsi dallo stesso Gravina.

Ma si deve, ciò che più conta, stabilire chi sarà retrocesso dalla serie A e chi sarà promosso dalla serie B. In questo senso la possibilità di un campionato che passi a 14 club iscritti, contro i 12 della scorsa stagione, potrebbe prendere sempre più piede.

In bilico i destini di Tavagnacco e Orobica (serie A) oltre che di Lazio Women, San Marino e Napoli femminile (serie B). A questo punto non resta che aspettare. Le ipotesi dovranno lasciare spazio ai fatti. L’avvio della stagione 2020-21, ormai, incombe.

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali3 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali3 settimane fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali2 mesi fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato2 mesi fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni2 mesi fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato diffuso a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi