Connect with us

Pubblicato

il

Si è giocata, tra sabato 16 e domenica 17 gennaio, l’undicesima giornata del campionato di Serie A Femminile. Risultati e marcatori delle sei partite. La Juventus è sempre sola al comando, unica squadra a punteggio pieno con undici vittorie in altrettante partite giocate. Il Napoli resta ultimo con un punto in classifica. Da segnalare l’undicesima sconfitta consecutiva della Pink Bari, che non ha più conquistato punti dopo la vittoria nella prima di campionato con il Napoli. Non si sono registrate marcature multiple.

Fiorentina Femminile-San Marino Academy 3-1
68’ Middag (F), 74’ rig. Barbieri (SM), 86’ Baldi (F), 94’ Sabatino (F) 

Le viola, orfane di Bonetti ceduta all’Atletico Madrid nei giorni scorsi e deluse dalla finale in Supercoppa persa 2-0 contro la Juventus, faticano contro le neopromosse di Conte, ma alla fine la spuntano e si aggiudicano la sfida per 3-1. Nel confronto andato in scena al “Bozzi” le padrone di casa riescono a sbloccare il punteggio solo al 68’ con Middag (primo sigillo con le toscane per la giocatrice olandese), ma al 74’ subiscono il pareggio: Zanoli atterra Baldini in modo irregolare e la San Marino guadagna il quarto rigore assegnato in tre sfide domenicali. Barbieri dagli undici metri sigla il momentaneo 1-1 ma all’86’ le toscane si riportano avanti con Baldi, che servita da Kim firma di sinistro il raddoppio. Le undici di Conte, nonostante le pesanti assenze a causa del Covid, non demordono, ma in pieno recupero Sabatino raccoglie il suggerimento di Middag e con un destro a giro chiude il match, realizzando la nona rete nella Serie A in corso. I tre punti delle viola le portano a 17 punti in classifica e al quarto posto condiviso con l’Empoli, sconfitto sabato dal Sassuolo.

Hellas Verona Femminile-Milan Femminile 0-1
23’ Dowie

Il Milan dimentica la delusione in semifinale di Supercoppa contro la Fiorentina e torna a vincere in campionato. Le rossonere battono 1-0 il Verona nell’ultima gara del girone d’andata. Al Sinergy Stadium la prima occasione per le undici di Ganz arriva al 9’ con Bergamaschi che calcia alto sopra la traversa un pallone invitante da centro area. Il vantaggio delle lombarde arriva al 23’: cross millimetrico di Tucceri per il colpo testa di Dowie, che da ferma non sbaglia e punisce Durante tra i pali. Al 34’ è proprio Tucceri a sfiorare il raddoppio con un tiro potente da posizione defilata, ma il portiere avversario stavolta devia in corner con un grande intervento. Le rossonere mantengono un discreto possesso palla sul campo delle venete – poco incisive nei tentativi di ripartenza – ma non riescono ad affondare e ad arrotondare il punteggio. Al triplice fischio il match si chiude 1-0 per il Milan, risultato che permette alla squadra di Ganz di sigillare il suo miglior girone d’andata nella massima serie con 30 punti su 33 disponibili, frutto di 10 successi e una sola sconfitta contro la Juventus. 

Inter Femminile-Juventus Women 0-3
54’ rig. Girelli, 68’ Galli, 87’ Pedersen

Dopo il trionfo in Supercoppa e l’accesso ai quarti di finale in Coppa Italia, la Juventus chiude il girone d’andata con l’11esimo successo nella Serie A TIMVISION 2020-21 e si laurea campione d’inverno. Al Suning Centre, dopo un primo tempo equilibrato nel punteggio ma sbilanciato più a favore delle ospiti per occasioni create e gioco prodotto, la ripresa regala gol e agonismo. Il derby d’Italia si sblocca al 54’: Bonansea punta Kathellen in area, la brasiliana la sgambetta nel tentativo di arginarla e l’arbitro concede il penalty alle ospiti. Dal dischetto non sbaglia Girelli, che mette a referto il 12esimo sigillo in campionato – confermandosi leader della classifica marcatrici – e porta avanti le compagne. Dopo il vantaggio delle piemontesi le padrone di casa si abbassano e concedono troppi spazi soprattutto nei pressi della loro area di rigore. Le bianconere vanno vicinissime al raddoppio con una bella triangolazione Hurtig-Cernoia-Bonansea neutralizzata dalla respinta di Marchitelli in calcio d’angolo, ma il portiere nerazzurro non può nulla al 68′ sulla prodezza di Galli da fuori area, che con un destro micidiale firma il 2-0. Le undici di Sorbi non demordono e sfiorano il 2-1 con Tarenzi (una delle migliori in campo tra le milanesi) brava a bucare la difesa avversaria e a inquadrare la porta ma schermata da un’attentissima Giuliani tra i pali. Nel momento migliore per le lombarde però la Vecchia Signora sfrutta un contropiede e cala il tris: percussione vincente di Pedersen che scarica su Staskova; la ceca le ridà il pallone al limite dell’area e la danese con un sinistro deviato da Auvinen mette il sigillo definitivo sulla sfida. Sono 33 ora i punti della formazione torinese, che chiude il girone d’andata con una Supercoppa in bacheca e mantenendo il primo posto in classifica a +3 sul Milan.

Pink Bari-Florentia San Gimignano 0-1
19’ Dongus

Vince la Florentia in casa della Pink Bari: decisiva la rete della capitana Dongus al 19’, brava a sfruttare il calcio d’angolo di Cantore e a trovare un destro vincente che vale il vantaggio. Le pugliesi provano a più riprese a rimettere in equilibrio il risultato, ma nonostante diversi tentativi – soprattutto da parte di Sule, Silvioni e Piro, la spuntano le toscane, che salgono a 16 punti in graduatoria e nel prossimo turno si metteranno alla prova col Milan.

Roma Femminile-Napoli Femminile 3-2
14’ Popadinova (N), 22’ Serturini (R), 35’ rig. Andressa (R), 56’ rig. Huchet (N), 64’ Bartoli (R)

Successo, al giro di boa, per la Roma di Betty Bavagnol, che batte 3-2 in rimonta un ottimo Napoli del neo allenatore Pistolesi. Al “Tre Fontane” sono proprio le campane a sbloccare il punteggio al 14’ su calcio d’angolo: Fusini si incarica della battuta dalla bandierina e Popadinova stacca a perfezione firmando l’1-0. Le padrone di casa non ci stanno però e dopo otto minuti è la solita Serturini a rimettere il match in equilibrio con un destro morbido imprendibile per Perez. Al 35’ le capitoline guadagnano un calcio di punizione dal limite laterale dell’area di rigore avversaria, Giugliano tira, l’arbitro vede un intervento irregolare di Oliviero con un braccio e assegna calcio di rigore alle giallorosse. Andressa, in cerca di riscatto dopo l’errore dal dischetto in semifinale di Supercoppa, non sbaglia e segna il 2-1 (dopo la tripletta in Coppa Italia rifilata alla Roma CF). A inizio ripresa arriva un altro capovolgimento di fronte – e un altro penalty, stavolta a favore delle ospiti. Hjolman avanza in solitaria, Erzen la trattiene per un braccio e Huchet dal dischetto riporta il risultato in parità. Non c’è tregua però nella sfida del “Tre Fontane”, con le padrone di casa che spingono per conquistare i tre punti e il Napoli pronto a sfruttare ogni ripartenza. Al 64’ il gol dei tre punti arriva: sugli sviluppi di un calcio d’angolo Bartoli stacca di testa e nonostante il tocco del portiere avversario il pallone si insacca per il definitivo 3-2. La Roma centra il quarto successo in campionato e si porta a 16 punti in classifica.

Sassuolo Femminile-Empoli Ladies 3-0
4’ Dubcova, 41’ Pirone, 95’ Monterubbiano

Parte alla grande il nuovo anno solare per il Sassuolo di Piovani, che batte 3-0 l’Empoli e si conferma la terza forza del campionato 2020/21 a quota 25 punti in classifica. La sfida allo stadio “Ricci” è a senso unico: al 4’ Pirone – la migliore in campo nei 90’ di gioco – effettua un cross che attraversa tutta l’area di rigore delle ospiti e trova Dubcova dalla parte opposta; la centrocampista ceca stoppa di petto e con un destro potentissimo porta avanti le padrone di casa. Le azzurre di Spugna accusano il colpo e subiscono troppo passivamente la manovra offensiva delle rivali. Al 21’ la prima occasione per le ospiti: pasticcio della difesa emiliana in fase di disimpegno, Filangeri è costretta al fallo su Acuti al limite dell’area e l’arbitro concede un calcio di punizione da posizione invitante. Bellucci col destro prova a superare la barriera ma non c’è spazio sufficiente e il pallone si spegne sopra la traversa. Al 41’ arriva il raddoppio di Pirone, che sfrutta un errore difensivo di Giatras Zoi e non lascia scampo a Capelletti tra i pali. Nella ripresa Glionna ha l’occasione per accorciare le distanze ma a distanza ravvicinata non inquadra lo specchio della porta; nei minuti di recupero arriva invece il tris delle emiliane, con Monterubbiano pronta al tap in vincente sul pallone messo in mezzo da Bugeja e mancato da Cambiaghi.

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film