Connect with us

Pubblicato

il

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del testimone da Rita Guarino a Joe Montemurro è stata una scelta meditata. Ha dato al club bianconero quel quid di internazionalità che ancora le mancava.

✅ Montemurro, a sua volta, ha ripagato in pieno  la fiducia con il suo modo (del tutto peculiare) di guidare la squadra e di utilizzare la rosa. Roba che non si era mai vista a queste latitudini. Quale altro allenatore avrebbe lasciato in panchina per l’intera partita di Champions, a Ginevra, due moloc come Girelli e Bonansea (con Cernoia e Pedersen subentrate solo a gara in corso)?

✅ La decisione di cambiare allenatore esprime, molto più di mille parole, il coraggio e la lungimiranza di un uomo di calcio apprezzato da tutti per le sue capacità nell’ambiente del sistema calcio femminile. E non solo.

Braghin ha anche rilasciato una dichiarazione di alto valore prospettico a Tuttojuve.com: “Proporremo nuovi valori da parte della squadra. La missione non è solo quella di vincere le partite, ma è quella di proporre un calcio attrattivo per i tifosi. Dobbiamo ancora convincere le persone a seguire il calcio femminile che spesso per pregiudizi non è ancora apprezzato”.

✅ Una visione di futuro e una filosofia (pienamente) condivisibili. Gli auguriamo, di tutto cuore, le migliori fortune. C’è (un disperato) bisogno di dirigenti e di persone come lui nelle stanze dei bottoni.

✅ La sua scommessa è la nostra scommessa. E anche quella di quanti credono (sperano?) nell’affermazione del movimento femminile. Vincerla significherebbe dare fondamenta solide a una Serie A che si sta avviando verso il professionismo, a nostro parere, ancora piuttosto impreparata nel suo complesso per questa ardua transizione.

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali4 settimane fa

Serie A Femminile, occorre ossigeno: in campo la ‘meglio gioventù’

✅ Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile rende ineludibile il potenziamento dei settori giovanili 👉🏾 “Serie A Femminile  e...

Opinioni1 mese fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali1 mese fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: è una riforma affrettata?

👉🏽 La Divisione Calcio Femminile presieduta da Ludovica Mantovani, con il passaggio al professionismo, ha deciso che la serie A...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile e professionismo, serve subito un progetto: se non ora, quando?

Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile comporta l’entrata in un sistema calcio ormai alla canna del gas. Per...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile e professionismo: sarà il migliore di tutti i tempi?

L’incipit di 👉🏾 “A tale of two cities” offre un’idea suggestiva della dicotomia all’interno della quale continua a muoversi il...

Editoriali2 mesi fa

Il calcio va in tilt: la Serie A Femminile e nuovi modelli di professionismo

La Serie A Femminile, con il passaggio al professionismo, si appresta a entrare in un sistema ormai alla canna del...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi