Nazionale Femminile Under 17: sono in 24 a Novarello per l’Europeo

La Nazionale Under 17 Femminile dal 16 al 22 marzo sarà di scena in Portogallo in un girone assai impegnativo che la vedrà opposta alla nazionale di casa, ai Paesi Bassi e al Montenegro.

Dopo i netti successi (8-1 e 7-0) nelle due amichevoli disputate a febbraio con le pari età dell’Estonia, le 24 calciatrici convocate si raduneranno a Novarello da lunedì 7 a domenica 13 marzo, con il tecnico Nazzarena Grilli (nella foto) che sabato 12 renderà nota la lista delle 20 Azzurrine che prenderanno parte alla seconda fase del torneo continentale.

L’Italia farà il suo esordio nella 2ª fase delle qualificazioni europee mercoledì 16 marzo (ore 15 locali, le 16 italiane) a Viseu con il Portogallo, sabato 19 (ore 11 locali, le 12 italiane) a Santa Comba Dao affronterà i Paesi Bassi e martedì 22 marzo (ore 15 locali, le 16 italiane) a Penalva Castelo se la vedrà con le pari età del Montenegro.

La vincitrice del girone conquisterà il pass per la fase finale del torneo continentale in programma dal 3 al 15 maggio in Bosnia Erzegovina, mentre la quarta classificata retrocederà nella Lega B.

L’elenco delle 24 convocate

Portieri: Viola Bartalini (Fiorentina), Erica Di Nallo (Sassuolo), Giulia Zaghini (San Marino);

Difensori: Gaia Parenti (Inter), Nadine Sorelli (Milan), Giorgia Tateo (Pink Sport Time), Beatrice Toffano (Inter), Alice Zaghini (San Marino), Paola Zanini (Milan), Carola Zannini (Roma), Elisa Zilli (Pink Sport Time);

Centrocampiste: Giulia Bison (Padova), Sofia Boldrini (Milan), Erin Maria Cesarini (Lazio), Angela Congia (Sassari Torres), Giulia Dragoni (Inter), Alessia Marchetti (Sassuolo), Eva Schatzer (Juventus);

Attaccanti: Veronica Bernardi (Cesena), Giorgia Berveglieri (San Marino), Giada Stefania Lopez Toaquiza (Sampdoria), Ginevra Moretti (Juventus), Monica Renzotti (Milan), Sofia Zannini (Cittadella).

Fonte testo e foto: Figc

You may also like

Serie B Femminile, 10a giornata: la Ternana è decisa a restare in scia

La prova del nove della Lazio, il desiderio