Connect with us

Pubblicato

il

👉🏾 Cronaca, tabellini e marcatrici

Si gioca oggi a Coverciano per la prima delle due amichevoli in programma tra le Nazionali femminili Under 16 di Italia e Francia (calcio d’inizio ore 15, diretta streaming sul sito figc.it.

Le ragazze di Jacopo Leandri (nella foto) scenderanno sul campo ‘Enzo Bearzot’ del Centro Tecnico Federale per affrontare la prima gara di questo loro percorso azzurro.

Un tragitto che parte da lontano, dal programma ‘Calcio+15‘ – già indicato dalla Uefa come una delle best practices a livello europeo dedicate al calcio giovanile – e dal capillare lavoro degli osservatori federali, con collaboratori presenti su tutto il territorio nazionale e coordinati dallo stesso Jacopo Leandri.

“Queste due partite contro la Francia – sottolinea Jacopo Leandri, tecnico della Nazionale Under 16 e responsabile dell’area scouting femminile all’interno del Club Italia – saranno importanti per la formazione e per accrescere l’esperienza delle nostre ragazze. Le nostre avversarie hanno una fisicità diversa, maggiore, e saranno quindi delle gare dispendiose e difficili, ma noi metteremo in campo tutte le nostre armi, compreso un grande entusiasmo”.

Indisponibili le giocatrici Lavina Tornaghi, Rebecca D’Elia, Paola Fadda, Giada Pellegrino Cimò e Carolina Tironi, il tecnico azzurro ha convocato le centrocampiste di Sassuolo e Parma, Manuela Perselli e Marta Sicuri.

Venerdì (calcio d’inizio ore 14,30, sempre a Coverciano) la seconda delle due amichevoli contro la Francia. Il percorso delle Azzurrine proseguirà poi con due tornei internazionali: ad aprile in Croazia e a giugno a Gradisca.

L’elenco delle convocate

Portieri: Camilla Barbierato (Cittadella), Elena Belli (Inter), Noemi Ianelli (Milan);

Difensori: Sara Cammarano (Napoli), Martina Cocino (Juventus), Azzurra Gallo (Juventus), Nicole Lazzeri (Sampdoria), Elena Cristina Pizzuti (Roma), Marta Razza (Inter), Chiara Sassi (Sassuolo), Martina Viesti (Roma);

Centrocampiste: Beatrice Calegari (Inter), Sofia Di Benedetto (Sassuolo), Valentina Donolato (Milan), Manuela Perselli (Sassuolo), Marta Sicuri (Parma), Sofia Testa (Roma), Marta Zamboni (Juventus);

Attaccanti: Emma Girotto (Cittadella), Anna Longobardi (Pomigliano), Manuela Sciabica (Sassuolo).

Fonte testo e foto: Twitter Nazionali Calcio Femminili

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile, occorre ossigeno: in campo la ‘meglio gioventù’

✅ Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile rende ineludibile il potenziamento dei settori giovanili 👉🏾 “Serie A Femminile  e...

Opinioni1 mese fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali1 mese fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: è una riforma affrettata?

👉🏽 La Divisione Calcio Femminile presieduta da Ludovica Mantovani, con il passaggio al professionismo, ha deciso che la serie A...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile e professionismo, serve subito un progetto: se non ora, quando?

Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile comporta l’entrata in un sistema calcio ormai alla canna del gas. Per...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile e professionismo: sarà il migliore di tutti i tempi?

L’incipit di 👉🏾 “A tale of two cities” offre un’idea suggestiva della dicotomia all’interno della quale continua a muoversi il...

Editoriali2 mesi fa

Il calcio va in tilt: la Serie A Femminile e nuovi modelli di professionismo

La Serie A Femminile, con il passaggio al professionismo, si appresta a entrare in un sistema ormai alla canna del...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi