Serie A Femminile, la ‘meglio gioventù’: l’Inter di Guarino crede in Giulia Dragoni

Le giovani leve debitamente ‘formate’ sono la linfa per rinnovare il movimento,  farlo uscire in modo definitivo dall’era pionieristica e assicurarsi un futuro a lungo termine tecnicamente compatibile >> LEGGI. Puntare sulla meglio gioventù è una specie di obbligo, anche in prospettiva Nazionali.

L’Inter di Rita Guarino è fra le poche a dare fiducia alla classe 2006, che rappresenta la prima ‘infornata’ di ragazze pronte all’uso in quanto cresciute con una preparazione moderna rispetto a un passato molto più autodidatta.

Il paradigma di questa visione di calcio femminile è Giulia Dragoni, centrocampista nata il 7/11/2006, che ha iniziato il suo percorso nel Franco Scarioni 1925. Poi le esperienze al Cimiano Calcio e alla Pro Sesto (dove i tifosi la chiamano la piccola “Messi” al femminile). Nel 2020-21 il passaggio alla Primavera dell’Inter (allenata, non a caso, da Sebastian de la Fuente ora alla guida di un Como che delle giovani fa la sua bandiera),

Ragguardevole il suo curriculum nelle Nazionali Giovanili. Ha giocato 3 volte nella Under 16 (segnando una rete) e 16 volte nella Under 17 (8 reti segnate).

Il debutto in Serie A Femminile nella partita con la Fiorentina, quando Rita Guarino la fa scendere in campo al posto di Karchouni. È in assoluto la più giovane calciatrice italiana ad aver giocato quest’anno in massima serie nazionale. Finora è stata utilizzata quattro volte per un totale di 88’.

➡️ Va dato atto a Rita Guarino di aver fatto esordire un’altra classe 2006, anche se per pochi minuti. Si tratta di Beatrice Callegari, centrocampista offensiva, nata a Travedona Monate (VA) il14/08/2006. Cresciuta nell’Insubria Calcio di Solbiate Arno (VA) è approdata alla Varesina Calcio nella stagione 2018-19 per giocare nella Under 14 e, nella stagione successiva, nella Under 15. Nel 2021-22 si è trasferita all’Inter dove è stata inserita, nonostante la giovane età, nella rosa della Primavera Under 19. L’allenatrice nerazzurra l’ha fatta scendere in campo nell’ottava giornata di campionato, quando è subentrata nel finale di partita a Marta Pandini.

You may also like

Serie A Femminile e Nazionale Under 16: i settori giovanili saranno uno dei fattori fondanti della crescita?

La grande prova offerta dalla Nazionale Under 16