Connect with us

Pubblicato

il

La finale di Coppa Italia TIMVISION Milan-Roma – in programma domenica 30 maggio (ore 20.30) al Mapei Stadium di Reggio Emilia – sarà aperta al pubblico, nella quota del 20% della capienza dell’impianto (pari a circa 4.300 spettatori).

Come già successo per la finale maschile, i tifosi potranno finalmente tornare sugli spalti per assistere alla sfida tra il club rossonero e quello giallorosso, che si affronteranno con l’obiettivo di conquistare il primo titolo della loro storia.

In base alle disposizioni governative, potranno accedere allo stadio le persone che dimostreranno di:

– Essersi sottoposte a test molecolare o antigenico nelle 48 ore che precedono l’inizio della partita (validità dalle 20.30 del 28 maggio);
– Essere in possesso di certificazione vaccinale (per chi ha completato il ciclo la validità è di nove mesi a fare data dal completamento del ciclo vaccinale; per chi ha fatto solo una dose la validità scatta dal quindicesimo giorno successivo alla somministrazione fino alla data prevista per il completamento del ciclo vaccinale);
– Essere in possesso di certificazione di avvenuta guarigione da COVID-19 (la validità è di 6 mesi dalla data di fine isolamento).

L’ingresso allo stadio sarà a titolo gratuito.

Chiunque volesse partecipare all’evento, oltre portare con sé il giorno della finale una delle tre certificazioni COVID-19 (in formato cartaceo, non digitale), dovrà – nel caso dei tifosi del Milan – inviare una mail indicando il proprio nome, cognome, luogo e data di nascita a biglietteria@acmilan.com. I sostenitori della Roma, invece, troveranno tutte le info sui biglietti sul sito della società asroma.com. Sarà possibile richiedere il tagliando del match anche alla Divisione Calcio Femminile scrivendo all’indirizzo coppaitaliafemminile@figc.it.

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Calciomercato1 giorno fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni2 giorni fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali3 settimane fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Editoriali1 mese fa

Stefano Braghin e la missione del calcio femminile in Italia

Il direttore della Juventus Women, Stefano Braghin, ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club...

Opinioni1 mese fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, per nuove prospettive puntare verso nuovi orizzonti

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il 22 agosto 2020. La maggior...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film