Connect with us

Pubblicato

il

Dopo due anni, si dividono le strade di Francesca Imprezzabile e della Florentia. La cessione del titolo sportivo alla Sampdoria chiude il rapporto speciale che si era creato fra la giocatrice e il club neroverde.

La carriera della giovane giocatrice prosegue con la maglia azzurra del Napoli Femminile. Troverà un tecnico abile e preparato come Alessandro Pistolesi, in grado di completare il suo processo di maturazione tecnico-agonistica.

Francesca, molto legata al club, non ha mancato di inviare attraverso il suo profilo social un caldo messaggio di saluto alla società e anche a San Gimignano. Lo riportiamo perché è davvero autentico e molto sentito.

Queste parole sono il paradigma della passione che ha animato la Florentia e tutto ciò che alla Florentia ha girato intorno. Che anima, in generale, il calcio femminile. Un atteggiamento dell’anima che lo rende speciale in tutte le sue espressioni. Sportive e non.

Devo riuscire strapparmi questa maglia di dosso senza pensare che sia obbligata a farlo. È giunto il momento di salutarti cara Florentia, e sto cercando di scappare da tutto ciò perchè per questa cosa non sono “nata pronta”.

Avevo già pensato a noi due insieme un domani, sul nostro campo di battaglia, contro i più forti per difendere le torri. Con il nostro paese a sostenerci come ha sempre fatto, quell’arma in più che noi abbiamo definito il dodicesimo giocatore.

Ho passato due anni a pensare sempre a te, e per questa maglia, questa gente, questa arena, queste compagne, io sono sempre stata disposta a tutto. Perché con te ho imparato cosa significa lottare per qualcosa, combattere per difendere le proprie mura di casa, guardare le spalle di chi ti sta affianco e ti accompagna in questo viaggio.

E non sai quanto ti ringrazio per avermi insegnato tutto ciò.

Non sai quanto mi mancherà passare il pre-partita in quello spogliatoio, quanto mi mancherà fare la mia passeggiata nel Santa Lucia, quanto mi mancherà il nostro inimitabile tifo, e quanto mi mancherà esultare con tutte queste persone che mi hanno fatto sentire a casa in questo lunghissimo anno.

Solo chi ha camminato con te sa quanto sia stata in salita questa strada, e sa cosa vuol dire dover dire basta.

Ci rivedremo un giorno e ci siederemo sulla nostra panchina a raccontarci come sono stati i nostri sentieri.
Ti auguro il meglio e ricorda che sotto qualsiasi maglia rimarrà cucito un pezzo di te.

Ciao FLORENTIA, ciao San Gimignano, ciao e un grazie immenso al nostro tifo, già mi mancate”.

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film