Connect with us

Pubblicato

il

Arianna Caruso, romana classe 1999, sta dimostrando con i fatti di aver raggiunto la completa maturità. La doppietta segnata con il Pomigliano Femminile, nella prima gara del campionato 2021-22, ne è la certificazione.

È stato il tecnico Fabio Melillo a farla debuttare in Serie A con la maglia della Res Roma, con la quale ha segnato il suo primo gol nella massima serie il 12 dicembre 2015 nella partita vinta 1-0 con il Tavagnacco (altro storico club della ‘vecchia’ A femminile italiana).

Nella stagione 2017-18 approda alla neonata Juventus Women costruita dal nulla, pezzo per pezzo, grazie alla lungimiranza dal direttore Stefano Braghin. Fa parte da allora del ‘gruppo storico’ delle bianconere che hanno vinto quattro scudetti consecutivi con Rita Guarino in panchina. Anzi, è la giocatrice che ha collezionato il maggior numero di presenze con la maglia della Vecchia Signora. Una vera e propria leader.

Molto significativo anche il suo cammino con le Nazionali Femminili. Ha giocato nella Under 17 (10 partite e 5 reti) e nella Under 19 (6 partite e 2 reti), prima di approdare alla Nazionale di Milena Bertolini (9 presenze e 1 rete). Il suo percorso azzurro ne conferma l’ascesa esponenziale e ne attesta la propensione al gol. Un fattore non certo trascurabile.

Caruso sa fare bene la regista in mezzo al campo, ma è anche una mezzala ricca di dinamismo. Dotata di un’ottima tecnica di base, trova la via del con discreta frequenza. Per questa ragione sa rendersi molto utile alla squadra ogni volta che viene schierata in posizione più avanzata.

Una giocatrice con queste caratteristiche, arricchite da un curriculum davvero invidiabile, rappresenta di fatto il vero asso nella manica di Joe Montemurro (che ha raccolto la difficile eredità di Guarino). Il tecnico saprà tirarne fuori tutto il meglio, nell’interesse del club bianconero e suo personale. Aurora Caruso c’è.

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Opinioni6 ore fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Calciomercato3 settimane fa

Il talento di Sofia Cantore: è una predestinata, parola di Carobbi

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Editoriali3 settimane fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Editoriali1 mese fa

Stefano Braghin e la missione del calcio femminile in Italia

Il direttore della Juventus Women, Stefano Braghin, ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club...

Opinioni1 mese fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile, per nuove prospettive puntare verso nuovi orizzonti

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il 22 agosto 2020. La maggior...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film