Connect with us

Pubblicato

il

Partite 4a giornata Serie A TimVision 2021-22
 
Sabato 25/9/2021

Juventus Women e Sassuolo Femminile battono Empoli Ladies (che resta a zero punti in graduatoria) e Milan Femminile (che perde imbattibilità e testa della classifica). Restano così al comando della classifica a punteggio pieno dopo la quarta giornata di campionato. Pareggio a reti inviolate tra Hellas Verona Women (che incamera il primo punto della stagione) e Napoli Femminile (che si porta a quota 4).

  • HELLAS VERONA – NAPOLI FEMMINILE 0-0

Termina con un pareggio a reti inviolate il match tra Hellas Verona e Napoli Femminile. In casa delle scaligere l’occasione più nitida del primo tempo ce l’ha Pasini al 41’: stop e tiro verso la porta avversaria ma Aguirre in tuffo salva il Napoli. Nella ripresa il portiere delle campane è di nuovo protagonista: al 66’ ancora su Pasini, al 71’ su Rognoni, che raccoglie il suggerimento di Catelli e trova l’opposizione dell’estremo difensore delle ospiti. Meglio le venete nei 90’, ma al triplice fischio nessuna delle due formazioni riesce ad affondare e la gara si conclude a reti inviolate.

Hellas Verona Women – Napoli Femminile 0-0

Hellas Verona Women (4-3-3): Keizer; Ledri, Ambrosi, De Sanctis, Jelencic; Catelli, Errico, Lotti (da 35′ st Dahlberg); Pasini, Anghileri (da 17′ st Rognoni), Cedeno (da 17′ st Nilsson). A disposizione: Gritti, Rognoni, Oliva, Quazzico, Mancuso, Marchiori, Meneghini. Allenatore: Matteo Pachera

Napoli Femminile (3-4-1-2): Aguirre; Garnier, Di Marino, Abrahamsson; Imprezzabile, Colombo, Acuti (da 28′ st Kuenrath), Toniolo (da 12′ st Porcarelli); Goldoni; Erzen (da 40′ st Penna), Sara Tui. A disposizione: Chiavaro, Corrado, Capitanelli, Severini, Chatzinikolau, Popadinova. Allenatore: Alessandro Pistolesi

Arbitro: Davide Di Marco (Sez. AIA di Ciampino)

  • JUVENTUS WOMEN – EMPOLI LADIES 1-0
    71’ Girelli

Salgono a 30 ora i successi consecutivi casalinghi per la Vecchia Signora in campionato. A Vinovo le bianconere battono 1-0 le toscane e allungano ancora la striscia di vittorie interne nel torneo (da quando Opta raccoglie i dati solo l’AGSM Verona nel dicembre 2009 fece meglio con 35). La prima occasione è per l’Empoli, con Bragonzi che dalla distanza chiama all’uscita Peyraud-Magnin. Poco dopo risponde Bonansea, che con un tiro cross dai pressi della bandierina sfiora il vantaggio; Capelletti non trattiene ma il pallone resta a pochi centimetri dalla linea di porta. Al 21’ gran destro di Bonfantini, ma l’estremo difensore delle toscane questa volta si supera con una grande deviazione in calcio d’angolo. Cinque minuti più tardi occasione da calcio piazzato per le padrone di casa: sulla battuta dal limite va Girelli ma Capelletti salva nuovamente il risultato bloccando il pallone. A pochi minuti dalla fine del primo tempo altra chance per la 10 bianconera, che di testa non inquadra la porta di pochissimo. La fantasista è la più pericolosa tra le padrone di casa e al 71’ è proprio Girelli che mette la firma sulla vittoria: cross perfetto di Rosucci e staccata di testa della fantasista che vale l’1-0 per la squadra di Montemurro. Quarto successo di fila nel torneo per le campionesse d’Italia in carica, che ora guidano la classifica a punteggio pieno con il Sassuolo.

Juventus Women- Empoli Ladies 1-0 (0-0)

Juventus Women (4-3-3): Peyraud-Magnin; Lundorf, Salvai, Lenzini, Boattin; Rosucci, Pedersen, Zamanian (63′ Caruso); Bonansea (80′ Nilden), Girelli (80′ Staskova), Bonfantini (63′ Hurtig).  A disp. Aprile, Soggiu, Hyyrynen, Cernoia, Giai. All. Montemurro.

Empoli Ladies (4-3-3): Capelletti; Brscic, Mella, De Rita, Knol; Prugna (88′ Tamborini), Bellucci, Bardin (80′ Silvioni); Domping, Bragonzi, Monterubbiano (63′ Cinotti).  A disp. Ciccioli, Morreale, Binazzi, Mendolicchio, Puntoni. All. Ulderici.

Arbitro: Costanza di Agrigento

  • MILAN FEMMINILE-SASSUOLO FEMMINILE 0-2
    15’ Dubcova, 55’ Dongus

È di marca neroverde il big match di giornata tra le emiliane di Piovani e il Milan di Ganz. Al “Vismara” le ospiti sbloccano il punteggio al 15’ con Dubcova, che raccoglie il suggerimento di Cantore, stoppa e supera Giuliani tra i pali. Le padrone di casa provano a reagire ma non riescono ad affondare contro un’avversaria ben organizzata. Il Sassuolo di Piovani a inizio ripresa torna a fare un intenso pressing e al 55’ Dongus cala il raddoppio. Altro assist di Cantore e colpo di testa vincente per il difensore neroverde, al primo sigillo col suo nuovo club. Nella mezz’ora finale il Milan tenta di accorciare le distanze prima con la subentrata Stapelfeldt, che centra in pieno il palo con una girata di testa, poi con Giacinti, che lanciata in porta da un errore di Mihashi trova l’opposizione di un’attentissima Lemey. Sul campo del Milan termina con un netto 2-0 per la squadra di Piovani, che centra il quarto successo di fila nella Serie A TimVision 21-22 e sale in vetta alla classifica con la Juventus (nell’attesa del risultato di Inter-Roma, rinviata a data da destinarsi dopo alcune positività al Covid riscontrate nel gruppo squadra nerazzurro). Passo falso invece per le rossonere, che incassano il primo ko nel torneo in corso e il primo dallo scorso maggio (contro la Fiorentina).

Milan Femminile-Sassuolo Femminile 0-2 (0-1)

Milan Femminile (3-4-2-1): Giuliani; Agard, Fusetti (59′ Arnadottir), Codina; Bergamaschi, Grimshaw (46′ Jane), Adami (73′ Longo), Tucceri (73′ Andersen); Boquete, Thomas (59′ Stapelfeld); Giacinti. A disposizione: Fedele, Rizza, Morleo, Cortesi. Allenatore: Ganz.

Sassuolo Femminile (4-3-3): Lemey; Philtjens, Dongus, Filangeri, Parisi (82′ Benoit); Mihashi, Tomaselli (76′ Orsi), Dubcova; Santoro, Cantore (87′ Ferrato), Clelland (82′ Brignoli). A disposizione: Da Canal, Pellinghelli, Cambiaghi, Binini, Lauria. Allenatore: Piovani.

Arbitro: Bitonti

Partite 4a giornata Serie A TimVision 2021-22
 Domenica 26/9/2021

Dopo le vittorie di Juventus e Sassuolo negli anticipi della quarta giornata della Serie A TimVision 21/22, si aggiudica tre punti anche la Fiorentina di Panico, i primi per la Viola nel torneo in corso. Sospesa invece, dopo 30’ dal fischio d’inizio, Sampdoria-Pomigliano, a causa delle forti piogge che hanno reso impraticabile il terreno di gioco.

  • LAZIO WOMEN-FIORENTINA FEMMINILE 1-6
    10’, 39’ e 45’+4’ Lundin (F), 21’ e 89’ Sabatino (F), 68’ Monnecchi (F), 74’ Anderson (L)

Al “Campo Aquile” nella sfida andata in scena alle 12.30, il punteggio si sblocca dopo appena dieci minuti: pressing efficace di Sabatino sull’ex compagna di squadra Ohrstrom, Lundin approfitta dell’errore del portiere e a porta vuota sigla l’1-0 toscano. Al 21’ è Sabatino invece ad andare a bersaglio: bel suggerimento di Monnecchi e zampata vincente dell’attaccante viola, che realizza la sua prima marcatura nel torneo in corso. Le padrone di casa non contengono le offensive delle avversarie – particolarmente insidiose sulle fasce – e nell’arco della prima frazione incassano altre due reti. La prima si concretizza al 40’: calcio d’angolo battuto da Neto e incornata vincente di Lundin; la seconda in pieno recupero, firmata ancora dalla svedese Lundin, che sfrutta di nuovo il cross dalla bandierina della compagna portoghese e mette a referto la sua prima tripletta in Serie A. Nella ripresa il copione non cambia: la Fiorentina insiste e al 68’ Monnecchi, dopo l’assist nel primo tempo, segna il suo primo gol nel massimo torneo al termine di una discesa a tutto campo propiziata da Baldi. Dopo sei minuti le biancocelesti trovano la rete dell’1-5 con Anderson, brava a sfruttare l’errore di Tortelli in impostazione, ma allo scadere Sabatino punisce nuovamente la squadra di Morace, con una bella girata su sviluppi di calcio d’angolo. Sei gol e tre punti per la Viola, che vince dopo tre sconfitte nelle prime tre giornate di questa Serie A TimVision e abbandona l’ultimo posto in classifica, ora occupato proprio dalle avversarie di giornata a zero punti.

Lazio Women – Fiorentina Femminile 1-6 (0-4)

Lazio Women (4-2-3-1): Ohrstrom; Gambarotta, Thomsen, Foerdos, Heroum; Pezzotti (71′ Di Giammarino), Mastrantonio; Castiello (71′ Mattei), Andersen, Cuschieri (58′ Visentin); Martin (64′ Pittaccio). A disp.: Natalucci, Savini, Berarducci, Falloni, Pittaccio, Labate. All.: Carolina Morace

Fiorentina Femminile (4-4-2): Schroffenegger; Vigilucci, Kravets, Tortelli, Zanoli (48′ Ceci); Monnecchi (75′ Cafferata), Huchet, Neto (76′ Breitner), Baldi (75′ Mascarello); Sabatino, Lundin (76′ Martinovic). A disp.: Tasselli, Fornicella, Vitale, Piemonte. All.: Patrizia Panico

  • SAMPDORIA WOMEN-POMIGLIANO FEMMINILE 1-0    RECUPERO

Il recupero della 4a giornata di Serie A TimVision se lo aggiudica giovedì 14 ottobre la Sampdoria di Cincotta, che batte 1-0 il Pomigliano e sale a nove punti in classifica. Allo stadio “Riccardo Garrone”, la partita, sospesa lo scorso 26 settembre per impraticabilità del campo, riparte dal 32’ sul punteggio di 0-0. Nei primi minuti liguri e campane creano un’occasione a testa: le ospiti sfiorano il vantaggio con Banusic che a due passi dalla porta calcia alto sopra la traversa. Poco dopo le padrone di casa rispondono con la chance di Tarenzi, che servita a perfezione da Rincon trova una deviazione in calcio d’angolo sul suo tentativo, ma l’arbitro ferma tutto per fuorigioco. Nella ripresa è Salvatori Rinaldi a non sfruttare un’opportunità: l’attaccante del Pomigliano stoppa bene il pallone e calcia, ma ancora una volta la conclusione è imprecisa. Il punteggio si sblocca al 75’: Battelani, subentrata a Martinez al 60’, si coordina bene dal limite e scarica il destro, la palla resta in area e Tarenzi se ne approfitta, realizzando il gol vittoria e il terzo nell’arco di cinque giorni. La squadra di Panico reagisce con orgoglio e sfiora il pari nel recupero con Salvatori Rinaldi – decisiva Tampieri – ma al triplice fischio festeggiano le liguri, che si rilanciano in campionato e agganciano a nove punti Fiorentina e Inter, con le nerazzurre che scenderanno in campo sabato per recuperare la gara contro la Roma.

Sampdoria Women – Pomigliano Femminile 1-0 (0-0)
75′ Tarenzi

Sampdoria Women (4-2-3-1): Tampieri; Novellino, Spinelli, Auvinen, Seghir (74′ Carp): Fallico, Re (77′ Musolino); Giordano, Rincon, Martinez (59′ Battelani); Tarenzi. A disposizione: Babb, Boglioni, Carrer, Helmvall, Bursi, Gardel. Allenatore: Cincotta.

Pomigliano Femminile (4-2-3-1): Cetinja; Apicella, Luik, Cox, Fusini; Ferrandi (78′ Ferrario), Puglisi; Ippolito, Banusic, Vaitukaityte (78′ Moraca); Salvatori Rinaldi. A disposizione: Russo, Varriale, Massa, Tudisco, Capparelli, Panzeri, Ejangue. Allenatore: Panico.

Arbitro: Monaldi di Macerata.
Assistenti: Biffi di Treviglio e Boggiani di Monza.
Quarto ufficiale: Andeng Tona Mbei di Cuneo.

  • INTER WOMEN-ROMA FEMMINILE  1-0    RECUPERO

Un colpo da tre punti, che porta l’Inter di Rita Guarino al quarto posto in classifica a quota 12, proprio davanti alla Roma ferma a 10. Nel recupero della quarta giornata, al “Breda” di Sesto San Giovanni, le nerazzurre battono 1-0 le giallorosse grazie al primo gol in Serie A della camerunense Ajara Nchout Njoya, annunciata dal club appena una settimana fa e subentrata nella ripresa a Tatiana Bonetti. Nel primo tempo parte meglio la Roma, che attacca centralmente un’Inter ordinata ma poco propositiva in avanti. Glionna, Giugliano e Lazaro sono le più attive tra le giallorosse, ma senza mai impegnare seriamente Durante. Le nerazzurre si affidano invece alle ripartenze di Karchouni e Marinelli, ben controllate però dalla difesa ospite.

Nella ripresa si alzano i ritmi, ma le occasioni continuano a non incidere. Al 66’ Ajara Nchout porta palla centralmente e allarga per Marinelli, che chiude la ripartenza con un destro sul secondo palo, bloccato in due tempi da Ceasar. Al 70’ Glionna calcia male una punizione da ottima posizione, al 74’ potenziale occasione per Marinelli che approfitta di una chiusura errata della difesa ospite e calcia di prima intenzione verso la porta, ma la conclusione termina debolmente sul fondo. I cambi di Guarino e Prugna nel finale rimescolano le carte in gioco, ma non l’equilibrio di fondo. Serve una giocata per indirizzare il match, che costruiscono due subentrate. La camerunense Ajara Nchout chiede l’uno-due a Polli al limite dell’area e si presenta davanti a Ceasar palla al piede: botta potente e precisa che vale il vantaggio nerazzurro e la vittoria del match. Sono 12 ora i punti in classifica per la squadra di Guarino, che è quarta a +2 sulle capitoline di Spugna e a -1 dal Milan.

Inter Women – Roma Femminile 1-0 (0-0)
85’ Ajara Nchout

Inter Women (4-4-2): Durante; Merlo, Sostevold, Alborghetti, Landstrom; Simonetti, Karchoumi, Csiszar, Pandini (46’ Portales); Bonetti (58’ Nchout), Marinelli (77’ Polli). A disp.: Santi, Girardi, Feitoza, , Pavan, Passeri, Vergani,.
All. Rita Guarino

Roma Femminile (4-2-3-1): Ceasar; Di Guglielmo, Swaby, Linari, Soffia; Giugliano, Thaisa (75’ Greggi); Glionna, Andressa, Serturini (84’ Corelli); Lazaro (75’ Pirone). A disp.: Baldi, Bartoli, Ciccotti, , Pacioni, Pettenuzzo, Vigliucci. All. Alessandro Spugna

Programma 5a giornata Serie A TimVision 2021-22
Sabato 2  ottobre e domenica 3 ottobre 2021

Fiorentina-Sampdoria
Empoli-Hellas Verona
Roma-Juventus
Napoli Femminile-Milan
Pomigliano-Inter
Sassuolo-Lazio

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali1 giorno fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: ma sarà vera gloria?

Il passaggio al professionismo ridurrà a dieci il numero dei club iscritti alla Serie A femminile. Una riforma (affrettata?) da...

Editoriali1 giorno fa

La Serie A Femminile passerà a 10 club: Morace storce il naso

Carolina Morace ha scelto di prendere parte a “Campionesse“, la docuserie di Rakuten Tv disponibile dal 2 dicembre che racconta...

Editoriali4 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali4 settimane fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali2 mesi fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato2 mesi fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi