Connect with us

Pubblicato

il

L’Italia continua a pescare i migliori talenti in Israele. Dopo Dor Peretz, che dal Maccabi Tel Aviv è passato al Venezia in serie A maschile, ora è la volta della diciassettenne Noa Selimhodzic.

Destinazione? Milano sulla sponda rossonera. Appena sentito che il Milan di Maurizio Ganz era interessato a lei, Noa non ha impiegato molto tempo nel decidere dove giocare l’anno prossimo. Il fascino dell’Europa è irresistibile per chi vive in Medio Oriente. Ancora di più se la chiamata arriva dall’Italia, una nazione per cui stravedono letteralmente gli israeliani.

Noa sarà la prima donna israeliana a giocare in un campionato maggiore in Europa e la prima in Serie A.

Cosa ha di speciale la Selimhodzic? Centrocampista centrale, è dotata di gran carattere nonostante il viso da studentessa liceale. Buona visione di gioco ma, soprattutto, un piede destro delicato quando c’è da impostare che si trasforma in letale quando ci si avvicina alla porta avversaria.

Nella stagione di serie A femminile israeliana, vestendo i colori del Maccabi Emek Hefer, ha segnato 9 gol su 15 partite. inoltre ha realizzato 13 reti nella Coppa di Stato (che però sono valsi solamente il secondo posto dietro al Kiriat Gan).

Fonte testo: Calcio Israeliano Facebook

Fonte Foto: profilo Instagram

 

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali3 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali3 settimane fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali2 mesi fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato2 mesi fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni2 mesi fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato diffuso a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi