Connect with us

Pubblicato

il

Il 13 ottobre scorso avevamo dato notizia di un CU diffuso dalla Divisione Calcio Femminile. A margine della gara Juventus Women-Napoli Femminile (vinta dalle bianconere con il risultato di 2-0) e a fronte del mancato impiego del numero minimo di 11 calciatrici formate – era stato stabilito che la sanzione da irrogare sarebbe stata la perdita della partita. Visto però il risultato sul campo, tale sanzione veniva sostituita con un’ammenda di 2.000 euro ⏩ QUI.

✅ Le cose non stanno in questi termini. Il club azzurro non ha mai rischiato, come ipotizzato, una sconfitta a tavolino. Non sono state commesse irregolarità di sorta. Ristabiliamo pertanto la realtà dei fatti, come è doveroso per  la società partenopea del presidente Carlino.

 ⏩ Il Napoli Femminile rende noto con una nota ufficiale che la Corte Sportiva d’Appello ha accolto il reclamo della società avverso la sanzione comminata in merito alla partita Juventus-Napoli (il giudice sportivo aveva eccepito l’assenza in distinta del numero minimo di calciatrici italiane).

⏩ Il Napoli Femminile ha dimostrato che la calciatrice Melanie Kuenrath (nella foto) è di formazione italiana e di conseguenza il secondo grado della giustizia sportiva ha dato ragione al club azzurro.

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali3 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali3 settimane fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali2 mesi fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato2 mesi fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni2 mesi fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato diffuso a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi