Connect with us

Pubblicato

il

>>> Cronaca, tabellino e marcatrici <<<

C’è un ultimo ostacolo ancora da superare per centrare la qualificazione agli Europei di categoria: la Nazionale femminile Under 19 domani (calcio d’inizio ore 14.30, diretta streaming su RaiPlay) affronterà l’ultima partita del girone di qualificazione, contro la Svizzera.

Dopo i due bei successi contro Bosnia e Ungheria, le Azzurrine dovranno compiere un ultimo passo per ottenere l’accesso alla fase finale, che si terrà in Repubblica Ceca dal 27 giugno prossimo.

Dalla loro le ragazze di Sbardella avranno sicuramente due risultati su tre a disposizione per passare il turno e potrebbero anche perdere di misura in caso di concomitante vittoria delle magiare sulle bosniache. “Non dobbiamo fare calcoli” è però la frase che viene ripetuta come un mantra in questi giorni all’interno dello staff, a cominciare dallo stesso tecnico delle Azzurrine: “Certo, l’obiettivo primario è passare il turno – sottolinea Sbardella – ma farlo vincendo il proprio girone, a punteggio pieno, ci proietterebbe anche con una consapevolezza diversa alla fase finale”.

Per una sfida così importante, contro una squadra che al primo turno ha perso soltanto 1-0 fuori casa contro una corazzata del calcio femminile europeo come l’Inghilterra, la cornice sarà altrettanto affascinante: lo stadio ‘Euganeo’ di Padova ospiterà la partita tra Italia e Svizzera, visibile in diretta streaming su RaiPlay e poi in differita tv, dalle 23,10, su RaiSport.

La lista completa delle convocate.

Portieri: Beatrice Beretta (Tavagnacco), Astrid Gilardi (Inter), Liliana Merolla (Roma);

Difensori: Elena Battistini (Roma), Sofia Bertucci (Juventus), Marika Massimino (Roma), Angela Passeri (Inter), Alice Pellinghelli (Sassuolo), Chiara Robustellini (Inter), Emma Severini (Napoli);

Centrocampiste: Anastasia Ferrara (Roma), Alice Giai (Juventus), Elisa Mariani (Como), Jasmine Mounecif (Cittadella), Matilde Pavan (Inter);

Attaccanti: Nicole Arcangeli (Juventus), Chiara Beccari (Juventus), Alice Ilaria Berti (Sampdoria), Alice Corelli (Roma), Elisa Pfattner (Juventus).

Fonte testo e foto: Figc Nazionali

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali4 settimane fa

Serie A Femminile, occorre ossigeno: in campo la ‘meglio gioventù’

✅ Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile rende ineludibile il potenziamento dei settori giovanili 👉🏾 “Serie A Femminile  e...

Opinioni1 mese fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali1 mese fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: è una riforma affrettata?

👉🏽 La Divisione Calcio Femminile presieduta da Ludovica Mantovani, con il passaggio al professionismo, ha deciso che la serie A...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile e professionismo, serve subito un progetto: se non ora, quando?

Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile comporta l’entrata in un sistema calcio ormai alla canna del gas. Per...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile e professionismo: sarà il migliore di tutti i tempi?

L’incipit di 👉🏾 “A tale of two cities” offre un’idea suggestiva della dicotomia all’interno della quale continua a muoversi il...

Editoriali2 mesi fa

Il calcio va in tilt: la Serie A Femminile e nuovi modelli di professionismo

La Serie A Femminile, con il passaggio al professionismo, si appresta a entrare in un sistema ormai alla canna del...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi