Connect with us

Pubblicato

il

☑️ La delusione dell’Europeo va in archivio. Così speriamo tutti. L’eliminazione nella fase a gironi della Nazionale di Milena Bertolini, tornata a casa con un pugno di mosche dopo aver alimentato grandi aspettative, ha suscitato polemiche in quantità industriale. Non poteva andare diversamente.

☑️ Sui social – non certo sui media che hanno esercitato l’imprescindibile diritto di critica per raccontare una spedizione fallimentare – i toni sono spesso travalicati in insulti da osteria. Niente di nuovo sotto il sole. Da che mondo è mondo succede sempre così, quando le cose vanno male. Un malvezzo di portata mondiale, non solo italiana.

☑️ Il presidente della Figc Gabriele Gravina, che ha molta voce in capitolo nella questione, ha provato ad allentare le tensioni con dichiarazioni rasserenanti.

☑️ Resta il fatto che Milena Bertolini è nell’occhio del ciclone. Finire ultimi, dopo 40 giorni di ritiro e all’interno di un girone abbordabile, è un esito poco apprezzabile e ancor meno accettabile. Sarà la Federazione ad assumersi la responsabilità di come procedere. A Cesare quel che è di Cesare.

☑️ Anche Sara Gama, capitana di mille battaglie e orgoglio del calcio fmminile, è finita nell’occhio del ciclone. Immeritatamente, va detto. Ma si sa, l’opinione pubblica e i tifosi sono sempre alla ricerca di un ‘colpevole’ sul quale riversare il proprio astio spesso non giustificato.

☑️ Resta l’incomprensibilità dell’utilizzo di una giocatrice fisicamente ridotta ai minimi termini. Perché le è stato permesso di giocare? Perché lei stessa non si è tirata indietro, visto che si conosce sicuramente meglio di qualsiasi altro? Perchè esporla a questa figuraccia?

➡️ Ora è il momento di chiudere con le polemiche e di guardare avanti. Sta per cominciare lo storico campionato dell’era professionistica del calcio femminile. Merita tutte le attenzioni possibili. La crescita del movimento va sostenuta e aiutata.

➡️ Lasciamo diradare gli ultimi ‘fumi’ del terribile incendio europeo, in linea con questa lunga e terribile estate calda, e rituffiamoci nell’attualità per realizzare un futuro degno di questo nome.

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali2 settimane fa

Nazionale, Serie A e professionismo: la lunga estate calda del calcio femminile

L’estate è torrida come non mai. Un caldo infinito, iniziato già a maggio. Roba che, alla lunga, dà alla testa....

Nazionale2 settimane fa

Nazionale Femminile: il supporto Rai è stato un ‘flop’ per la crescita del movimento?

La Rai ha puntato molto sulla Nazionale Femminile. Secondo Andrea Fagioli, opinionista di ‘Avvenire, è stato un flop mediatico ➡️...

Editoriali3 settimane fa

Campionato Europeo: se il calcio femminile diventa qualcosa di travolgente

✅ Inghilterra-Svezia di ieri sera è stata gioia pura per gli occhi. La ciliegina sulla torta? Il magnifico gol di...

Nazionale1 mese fa

Passata la delusione Nazionale, è ora di tuffarsi nel campionato di Serie A femminile

☑️ La delusione dell’Europeo va in archivio. Così speriamo tutti. L’eliminazione nella fase a gironi della Nazionale di Milena Bertolini,...

Calciomercato1 mese fa

Serie A Femminile: il Parma mostra i muscoli e si candida come la sorpresa?

Il Parma inizia come meglio non sarebbe stato possibile la stagione che, in serie A Femminile, segnerà l’esordio del professionismo....

Nazionale1 mese fa

Il calcio femminile ha bisogno della Nazionale: sosteniamola senza se e senza ma

Il pareggio con l’Islanda, che avrebbe anche potuto diventare una vittoria, riapre il cuore dei tifosi alla speranza. Uso la...

Nazionale1 mese fa

Il calcio femminile, la Nazionale e l’Islanda: una questione di passione e di rispetto

Stasera la Nazionale femminile guidata dalla ct Milena Bertolini è chiamata a un esame di riparazione, dopo la pesante sconfitta...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi