Juventus Women (e Nazionale): qualcuno salvi il soldato Girelli

Girelli

Chi l’avrebbe mai detto? Cristiana Girelli è in astinenza da gol. La fortissima attaccante della Juventus e della Nazionale (nella foto, con la maglia azzurra) ha sempre avuto una grande confidenza con le reti avversarie. A tutti i livelli.

Quest’anno la sua involuzione è palmare. La campionessa bianconera non batte un portiere da otto partite consecutive. Non segna dal 27 ottobre 2022, in campionato, con la maglia del club. Le giornate di astinenza salgono però a dieci, se aggiungiamo anche le due partite della Nazionale nelle quali è rimasta a secco.

Un record negativo. Un problema che complica la vita soprattutto a le. Ma anche a Joe Montemurro e alla Nazionale di Milena Bertolini, per le quali è un punto fermo pressocchè imprescindibile.

Contro l’Arsenal la sua prova è stata molto più che opaca. Dopo essersi mangiata un gol all’inizio della partita, è letteralmente sparita dai radar. Ha ’vagato’ per il campo, alla ricerca di una posizione in qualche modo utile per le sue compagne. Ma, alla resa dei conti, si è di fatto incartata su se stessa.

Inutile nascondersi dietro un dito. Cristiana Girelli, una combattente nata, è un patrimonio da recuperare presto e bene. Da bravo soldato, sarà lei per prima a capirlo e darsi da fare. Questo è poco ma sicuro.

E, comunque, Montemurro e Bertolini hanno fra le mani un rebus che sta diventando difficile da risolvere.

You may also like

Serie A Femminile e Nazionale Under 16: i settori giovanili saranno uno dei fattori fondanti della crescita?

La grande prova offerta dalla Nazionale Under 16