Al Parma Women approda Nicole Arcangeli: in maglia crociata un’attaccante con grandi numeri

È finalmente arrivato anche il momento di Nicole Arcangeli. Nata il 23 ottobre 2003 a Rimini, di professione attaccante, proviene dal settore giovanile della Juventus.

Si è aggiudicata quest’anno il prestigioso premio assegnato da Tuttosport come ‘Best Italian Golden Girl Player Under 21‘. Con la Primavera bianconera, guidata da Silvia Piccini, ha vinto un trofeo di Viareggio e – dal 2019 al 2022 (con in mezzo la sospensione dei campionati giovanili causa Covid) – ha segnato 40 reti (di cui 22 solo nella stagione 2021-22). Con la Prima Squadra ha esordito in Coppa Italia il 19/12/2021 (Pink Bari) e in serie A il 14/5/2022 (Milan).

Da quest’anno è titolare della Nazionale Under 23 guidata da Nazzarena Grilli. Con la maglia della Nazionale Under 19 di Enrico Sbardella ha realizzato ben 15 reti tra Fase 1, Fase 2 e Fase Finale del Campionato Europeo 2021-22. Nella Fase Finale ha messo a segno 5 reti in tre partite e si è conquistato il titolo di capocannoniere del torneo. Una vera esplosione di potenza, a dirla tutta.

La ‘meglio gioventù’ sta offrendo ottime prove in una Serie A Femminile elitaria e molto complicata da approcciare. Arrigoni, Battistini, Beccari, Beretta, Bianchi, Calegari, Corelli, Dragoni, Gallazzi, Giacobbo, Passeri, Pavan, Robustellini, Severini e Sciabica si stanno facendo largo. Un segnale importante per l’intero movimento.

Da parte sua l’attaccante riminese ha testa, gambe, talento e fiuto del gol quanto basta. Tutte qualità che il tecnico del Parma, Domenico Panico, saprà certamente sfruttare per migliorare la classifica di un club come il Parma che coltiva grandi ambizioni e ripone estrema fiducia nel calcio femminile.

⏩ La UEFA come ogni anno ha stilato la lista delle dieci calciatrici Under 20 da tenere d’occhio nel 2023 scommettendo così sulla loro esplosione a grandi livelli. Fra queste c’è anche  Nicole ARCANGELI.
Viene descritta così dalla UEFA: “Arcangeli ha vinto la classifica marcatrici della fase finale WEURO U19 in Repubblica Ceca, scrivendo il proprio nome in un albo d’oro che dal 2014 ha ospitato i nomi di Melvine Malard, Patri Guijarro, Marie-Antoinette Katoto, Stina Blackstenius e Vivianne Miedema. I suoi cinque gol hanno evidenziato tutte le potenzialità di Arcangeli, che si è così guadagnata anche la promozione nella prima squadra della Juve, dove nella passata stagione ha collezionato due presenze. Paragonata alla compagna di club Barbara Bonansea da Arianna Fabbri del Riccione, dove Arcangeli è cresciuta prima di approdare alla Juve nel 2019, l’attaccante è difficile da fermare e può agire anche da esterna”.

You may also like

“Calciopress” cambia linea editoriale: nel centro del mirino Nazionali Azzurre e attività dei Settori Giovanili del calcio femminile

L’andamento non proprio esaltante del campionato di Serie