La ‘meglio gioventù’ italiana classe 2006 suona la carica: esordio per 5 in Serie A Femminile

“I sogni sono come le stelle, basta alzare gli occhi e sono sempre là”
(Jim Morrison)

In Serie A Femminile è un buon momento per la classe 2006, nonostante il format ridotto a 10 squadre sottragga di fatto molto spazio alla generazione Z nelle rose delle Prime Squadre.

Finora sono cinque le sedicenni che hanno fatto il loro esordio nella massima categoria nazionale. Anche grazie alla lungimiranza di tecnici – come Sebastian de la Fuente del Como, Rita Guarino dell’Inter e Gianpiero Piovani del Sassuolo – che hanno avuto il coraggio di osare pur giocando dentro una Superlega quasi blindata.

Vediamo nel dettaglio chi sono le cinque debuttanti.

➡️ Beatrice Calegari, centrocampista offensiva, è nata a Travedona Monate (VA) il14/08/2006. Cresciuta nell’Insubria Calcio di Solbiate Arno (VA) è approdata alla Varesina Calcio nella stagione 2018-19 per giocare nella Under 14 e, nella stagione successiva, nella Under 15. Nel 2021-22 si è trasferita all’Inter dove è stata inserita, nonostante la giovane età, nella rosa della Primavera Under 19. Rita Guarino l’ha fatta esordire nell’ottava giornata di campionato, quando è subentrata nel finale di partita a Marta Pandini. Finora è stata utilizzata una volta per un totale di 4’.

➡️ Giulia Dragoni, centrocampista nata il 7/11/2006, ha iniziato il suo percorso nel Franco Scarioni 1925. Poi le esperienze al Cimiano Calcio e alla Pro Sesto (dove i tifosi la chiamano la piccola “Messi” al femminile). Nel 2020-21 il passaggio alla Primavera dell’Inter (allenata da Sebastian de la Fuente), Ragguardevole il suo curriculum nelle Nazionali Giovanili. Ha giocato 3 volte nella Under 16 (segnando una rete) e 16 volte nella Under 17 (8 reti segnate). Il debutto in Serie A Femminile nella partita con la Fiorentina, quando Rita Guarino la fa scendere in campo al posto di Karchouni. È in assoluto la più giovane giocatrice italiana ad aver giocato quest’anno in massima serie nazionale. Finora è stata utilizzata quattro volte per un totale di 88’.

➡️ Nicole Lazzeri, difensore della Sampdoria nata il 03/06/2006, ha esordito in Serie A – anche se per un solo minuto – quando Antonio Cincotta l’ha fatta entrare in campo nella partita giocata con la Roma.

➡️ Giulia Ruma, portiere nata il 13/12/2006, nella stagione 2018-19 ha iniziato a giocare con la Under 14 dell’Olimpia Grisoni Calcio. Approdata nel 2019-20 alla AFC Como, si è poi trasferita al Como Women nel 2021-22. Sebastian de la Fuente l’ha fatta esordire in Serie A nella 13° di campionato con il Pomigliano, per sostituire a freddo l’espulsa Beatrice Beretta. Finora è stata utilizzata una volta per un totale di 50’.

➡️ Manuela Sciabica (nella foto), attaccante nata il 19/6/2006, è arrivata al Sassuolo nella stagione 2021-22 dalla Scuola Calcio “Favara Academy, con la quale giocava nella Under 15 Giovanissimi Regionali. Ha già alle spalle un significativo curriculum con le Nazionali Giovanili. Ha infatti giocato 15 partite in maglia azzurra: 8 con la Under 16 (condite da 4 reti) e 7 con la Under 17, entrambe guidate da Jacopo Leandri. Il tecnico neroverde, Gianpiero Piovani, l’ha fatta debuttare nella partita giocata con l’Inter (subentrata al 78’ a Valeria Monterubbiano). Finora è stata utilizzata sei volte per un totale di 146’. Grazie alla rete segnata al 91’ nella partita Juventus-Sassuolo è la più giovane marcatrice della Serie A italiana.

 

You may also like

Serie A Femminile e Nazionale Under 16: i settori giovanili saranno uno dei fattori fondanti della crescita?

La grande prova offerta dalla Nazionale Under 16