Gocce di memoria: quando la Nazionale Femminile Under 19 di Corradini diventò Campione d’Europa

La storia della Nazionale Femminile Under 19, attualmente guidata da Selena Mazzantini, è una lunga storia. C’è un capitolo in particolare che merita di essere raccontato, a futura memoria. Serve per ragionare sul fatto che il professionismo non è un meteorite precipitato dal cielo e che il terreno è stato preparato da lunghi e proficui anni di grande ‘dilettantismo’. Serve, soprattutto, a comprendere che il ruolo dei settori giovanili è stato da sempre cruciale per la crescita del movimento femminile. Oggi si tratta solo di raccogliere il testimone, usufruendo dei vantaggi di una situazione favorevole dettata dal passaggio epocale che stiamo vivendo.

👉🏾 Il 19 luglio 2008 la Nazionale Under 19 femminile conquistò il titolo di Campione d’Europa. Nella finale di Tours, le Azzurrine sconfissero 1-0 la Norvegia grazie al rigore trasformato al 71′ da Alice Parisi (nella foto, scattata nel 2008) e concesso per un fallo su Pamela Gueli. Per la squadra di Corrado Corradini anche un palo con Barreca. L’Italia succedeva alla Germania e iscriveva così per la prima volta nella storia il suo nome nell’albo d’oro della manifestazione.

 Il tabellino della gara

ITALIA UNDER 19 (4-3-3): Penzo; Bussu, Gama (c), Sampietro, Crespi (al 65’ Rodella); Barreca, Parisi, Pisano; Gueli (al 72’ Bonetti), Marchese (al 46’ Fusetti), Bonometti. A disp.: Buiatti, Rosucci, Bartoli, Lotto, Vitale. All.: Corrado Corradini

👉🏾 Mai prima di allora il calcio femminile era arrivato così in alto. Il ct Corradini, dopo aver consegnato giocatrici di grande valore alla Nazionale maggiore, lanciò una squadra di giovanissime. La più giovane di questo torneo. A firmare il gol della vittoria fu una ragazzina che giocava allora nel Trento, Alice Parisi e che aveva esordito nei mesi precedenti con la maglia della Nazionale maggiore. Come si ricava dagli archivi della Figc, emozionata l’autrice del gol ma soprattutto Corradini: “Una soddisfazione enorme e direi doppia, nessuno ci pensava. Siamo partiti tra mille difficoltà ma queste ragazzine sono state grandissime. Grandi donne, grandi professioniste”. E dunque il professionismo era intrinseco nella formazione delle giocatrici quando ancora il movimento era etichettato come dilettantistico.

👉🏾 Vi invitiamo a scorrere i nomi della lista completa delle convocate (tratta da Wikipedia), sarà molto istruttivo. Cliccando sul nome si apre la storia di ogni singola calciatrice. Una storia nelle tante storie che fanno la storia del calcio femminile italiano.

Portieri

Difensori

Centrocampiste

Attaccanti

Eleonora Buiatti
Sara Penzo
Diletta Crespi
Sara Gama
Francesca Sampietro
Francesca Vitale
Michela Rodella
Elisa Bartoli
Eleonora Bussu
Silvia Pisano
Martina Rosucci
Cristina Bonometti
Alessandra Barreca
Alice Parisi
Laura Fusetti
Giulia Lotto
Sabrina Marchese
Pamela Gueli
Tatiana Bonetti

👉🏾 La prova provata che la formazione, se ben gestita e programmata, paga sempre. Un monito da tenere a mente, a futura memoria.

You may also like

La Nazionale Under 16 Femminile non riesce a ripetersi: sotto un pioggia battente il bis di Italia-Francia si chiude 1-3

La Nazionale Under 16 femminile – che ha