Serie B Femminile, 23a giornata: continua la caccia alla promozione in A

Prosegue senza esclusione, a otto giornate dal termine del campionato, il duello a distanza tra le prime tre della classe. Lazio, Cittadella e Napoli hanno aumentato il loro gap sulle inseguitrici e sono ora attese da un turno che sulla carta sorride alle biancocelesti, pronte a scendere in campo per il testa-coda con l’Apulia Trani. Anche in coda, almeno per quanto riguarda il terzultimo posto, la situazione è tutt’altro che definita, con il Tavagnacco che grazie agli exploit delle ultime settimane ha agganciato Torres e Arezzo ed è tornata pienamente in corsa per la salvezza.

La Lazio, prima con tre lunghezze di vantaggio sulle granata e quattro sulle azzurre, ospiterà al ‘Campo Aquile’ di Formello l’Apulia, ancora ferma a quota sette punti. Le capitoline sono reduci da otto vittorie di fila e non subiscono gol dallo scorso 5 febbraio, questo il viatico con cui la squadra di Catini affronterà la volata promozione, che dopo il match di domenica continuerà con la fondamentale gara sul campo del Cittadella. In attesa dello scontro diretto con la capolista, il Cittadella cercherà di ottenere i tre punti sul campo del Genoa, un obiettivo condiviso anche dal Napoli che farà invece visita al Brescia.

Nella zona bassa della classifica la formazione del momento è senz’altro il Tavagnacco, che grazie ai recenti successi con Apulia e Trento – le due compagini che chiudono la graduatoria – ha ritrovato smalto e fiducia. Le friulane saranno impegnate con il Ravenna, mentre Arezzo e Sassari Torres se la vedranno rispettivamente con H&D Chievo e San Marino Academy.

Il programma della 23ª giornata verrà completato da Ternana-Cesena e Hellas Verona-Trento.

Come di consueto tutte le partite saranno trasmesse in diretta streaming su Eleven Sports. Per la classifica del campionato clicca qui.

Fonte: Figc Femminile

You may also like

La Nazionale Femminile di Soncin si proietta verso Euro 2025: non solo le Azzurre, ma le Azzurrine nella loro totalità si candidano per diventare la stella polare della piramide rosa

Non solo le Azzurre di Andrea Soncin, che