La ‘curiosa’ soluzione della Figc per Italia-Svezia Femminile e il ‘mistero glorioso’ della scelta di Castel di Sangro

Da subito la scelta di giocare a Castel di Sangro (nella foto, lo stadio ‘Patini’) – senza nulla togliere all’amena località abruzzese e ai suoi abitanti – una partita importante di Nations League contro un avversario di grande livello come la Svezia, ha suscitato reazioni fortemente negative fra gli addetti ai lavori che si occupano di calcio femminile.

Per ragioni di imparzialità rinviamo al sito internazionale di calcio Mundo Deportivo >> QUI l’articolo integrale che motiva le perplessità in modo dettagliato e neutrale. Molto meglio di quanto potremmo fare noi, che siamo comunque parti in causa.

L’ennesima autorete, a nostro parere.

È continuando su questa strada che si vuole creare interesse e attenzione attorno alla Nazionale? Ai posteri l’ardua sentenza.

You may also like

“Calciopress” cambia linea editoriale: nel centro del mirino Nazionali Azzurre e attività dei Settori Giovanili del calcio femminile

L’andamento non proprio esaltante del campionato di Serie