Nazionale Under 17 Femminile, le ragazze giocan bene: sconfitta di misura, ma grande prova collettiva dell’Italia con la Francia

Una gara superlativa, che Jacopo Leandri ha definito in modo appropriato e colorito ‘esagerata’. Una partita giocata all’insegna di cuore, coraggio, schemi aggressivi, tecnica, velocità, agonismo, tenacia nei contrasti, fisicità.

Gli applausi dello splendido pubblico del ‘San Vito-Gigi Marulla’ sono stati più che meritati. A Cosenza, una città che sta sostenendo le Azzurrine con entusiasmo contagioso fin dal loro arrivo in Calabria, l’Italia Under 17 Femminile ha ceduto per 4-3 alla Francia campione d’Europa al termine di una prestazione a dir poco gagliarda.

Una gara superlativa, che Jacopo Leandri ha definito in modo appropriato e colorito ‘esagerata’. Una partita giocata all’insegna di cuore, coraggio, schemi aggressivi, tecnica, velocità, agonismo, tenacia nei contrasti, fisicità. Le Azzurrine non hanno mollato mai di un centimetro. Nessun timore reverenziale verso le campionesse d’Europa di categoria, affrontate alla pari e sempre a viso aperto.

In attesa del prossimo confronto (domenica alle 11 contro la Scozia) che sarà decisivo per il passaggio del turno, vorremmo sottolineare che – sul totale delle 20 convocate – ben 16 sono state promosse dalla Under 16 (quella allenata da Viviana Schiavi, diventata la vice ct di Andrea Soncin in Nazionale) che nei mesi scorsi ha fatto faville a livello europeo.

👉🏿   L’elenco di tutte le giocatrici della Under 16 convocate fino a luglio 2023

Come potrete verificare dalla lista di Jacopo Leandri, che ha guidato le ragazze dalla panchina con grande maestria e partecipazione, le novità sono solo 4 su 20 (indicate in azzurro). Le altre 16 convocate facevano tutte parte della vecchia Nazionale Under 16

  • Portieri: Irene Bucci (Hellas Verona), Sabrina Nespolo (Sampdoria);
  • Difensori: Lidia Consolini (Inter), Anita Di Girolamo (Roma), Michela Mariotti (Juventus), Martina Paniccia (Roma), Claudia Petruzziello (Bayern Monaco), Arianna Pieri (Roma), Sofia Pomati (Milan);
  • Centrocampiste: Benedetta Bedini (Fiorentina), Maya Cherubini (Roma), Anna Copelli (Juventus), Stella Ieva (Roma), Martina Romanelli (Inter), Benedetta Santoro (Inter);
  • Attaccanti: Giulia Maria Baccaro (Padova), Alice Bertola (Sassuolo), Eleonora Ferraresi (Juventus), Giulia Galli (Roma), Rosanna Ventriglia (Roma).

Ci sentiamo di affermarlo senza tema di smentita, le ragazze giocan bene. La prova disputata contro le fortissime transalpine è stata arrembante, tosta, tecnicamente pregevole, davvero molto piacevole e divertente da vedere.

Il futuro del calcio femminile italiano sembra essere in buone mani. Anzi, in buoni piedi.

You may also like

Calcio femminile e ricambio generazionale: il ruolo del “Torneo Under 12” nel contesto delle Attività Giovanili Scolastiche finalizzate al “Progetto Calcio +15”

Per avvicinare il maggior numero possibile di bambine