Michela Giordano e la Sampdoria Women: una storia di calcio e di passione

“Durante le travagliate settimane estive che hanno messo a rischio il destino della Sampdoria Women, Michela Giordano non ne ha voluto sapere di staccarsi di dosso la maglia blucerchiata. Anche quando tutto sembrava ormai perduto”.

Non si può non essere in accordo con quanto scrive oggi sampnews24.com in riferimento a Michela Giordano.

Le doti tecniche e agonistiche di questa giocatrice molto eclettica, ben note a tutti gli appassionati/addetti ai lavori del calcio femminile, la rendono una delle più belle conferme della squadra blucerchiata. Un club risorto dalle sue stesse ceneri come l’Araba Fenice.

Il tecnico della Sampdoria Salvatore Mango è riuscito nella meritoria impresa di formare un gruppo coeso, solido, motivato e disposto a mettersi con tutto il cuore a disposizione di un progetto sulla carta molto complicato già in partenza.

In questo contesto Michela Giordano ha inviato, da subito, segnali molto significativi. Durante le travagliate settimane estive che hanno messo a rischio il destino della Samp, non ne ha voluto sapere di abbandonare la maglia blucerchiata. Anche quando tutto sembrava ormai perduto.

Come sempre, il tempo è galantuomo. E così Giordano si sta godendo appieno il suo momento di forma strepitosa da leader del gruppo. Ha segnato contro il Como, ma purtroppo il suo gol è stato inutile ai fini della classifica.

E però la replica di ieri al ‘Piccolo’ di Cercola contro il Napoli è stata un vero gioiello e ha sancito il successo della Samp contro una diretta concorrente della salvezza e per di più in casa sua. Senza per questo mettere in ombra l’assist per la prima rete realizzata da De Rita.

Come raccontare una storia di calcio e di passionale attaccamento alla maglia? Vedi alla voce Michela Giordano.

You may also like

“Calciopress” cambia linea editoriale: nel centro del mirino Nazionali Azzurre e attività dei Settori Giovanili del calcio femminile

L’andamento non proprio esaltante del campionato di Serie