Napoli-Roma Femminile 2-0, una sconfitta da non sottovalutare: Spugna fa il ‘mea culpa’’ e predica umiltà in vista dei prossimi impegni

È vero che era Coppa Italia. È altrettanto vero che la Roma è molto concentrata su Campionato e Champions. Resta il fatto però che la sconfitta al ‘Piccolo’ di Cercola con le partenopee di Biagio Seno (ultime in classifica con appena due punti), ha fatto non poco scalpore ➡️ LEGGI il commento della partita.

Le azzurre hanno meritato ampiamente il risultato e non si può dire che la Roma sia scesa in campo con le riserve, sia in considerazione della lqualità della rosa di cui dispone e sia perché – a un certo punto – la formazione in campo era la migliore possibile in senso assoluto.

In poche parole una brutta battuta a vuoto – la prima della Roma fra Campionato e Coppa Italia (la Supercoppa e la Champions sono un’altra cosa) – che suona come un campanello d’allarme e non è stata certo sottostimata in casa capitolina.

Per queste ragioni il tecnico giallorosso Alessandro Spugna, al termine di Napoli-Roma Femminile di Coppa Italia terminata con il risultato di 2-0 a favore delle partenopee, è intervenuto sui canali ufficiali del club. del club e non ha usato mezzi termini.

In primis, mi prendo la responsabilità. Qualche scelta non è stata giusta. Probabilmente, il mea culpa va fatto. L’interpretazione della partita leggera dall’inizio. Non pensavo di dire una cosa del genere perché stai giocando in Coppa Italia. L’interpretazione deve essere sempre di alto livello e così non è stato. Adesso dobbiamo pensare alle partite che ci aspettano e poi penseremo al ritorno. Dovremo essere tanto brave per provare a ribaltare la situazione. E dobbiamo ribaltare la situazione“, ha spiegato Spugna.

Questa sconfitta deve servirci per tornare più umili. Le partite vanno giocate sempre e la classifica non la devi guardare. Loro hanno due punti in campionato, ma questo non significa nulla. Era una partita di Coppa Italia ed era importante il risultato in vista della partita di ritorno”, ha proseguito il tecnico giallorosso.

“Invece così la partita di ritorno si dovrà giocare di rincorsa e devi fare un mezzo miracolo. Ribaltare significa fare tre gol e non è semplice perché le squadre sono organizzate. Abbiamo la forza per poterlo fare, la capacità, però bisognerà fare molto attenzione. E da sabato contro l’Inter dovremo avere la mentalità giusta perché nessuno ci regala nulla“, ha concluso Spugna, molto rammaricato per il risultato.

You may also like

Dopo l’abbuffata Nazionali Femminili e prima delle due ‘poule’ di Campionato, c’è la Coppa Italia: domenica 3/3 si giocano le gare di andata delle Semifinali

Dopo le sette partite giocate dalle Rappresentative Azzurre,