Il Napoli Femminile perde ancora, ma si consola con una monumentale Bacic e con l’esordio storico in A di Morena Gianfico (classe 2008)

Niente da fare per il Napoli Femminile. Le azzurre di Seno perdono anche a Sassuolo. Le neroverdi di Piovani stradominano la partita in lungo e largo e mettono a nudo le fragilità della squadra in tutti i reparti.

Le partenopee chiudono mestamente la classifica con appena tre punti, frutto di tre pareggi. La vittoria in campionato resta ancora un’Araba Fenice, quando mancano tre turni alla fine della stagione regolare.

Ciò non esime dal sottolineare la straordinaria prestazione dell’estremo difensore, la croata Doris Bacic, che ha salvato l’impossibile opponendosi a gol praticamente già fatti e contribuendo a contenere la sconfitta in termini onorevoli.

Ha parato alla grande anche due rigori, battuti da mostri sacri come Daniela Sabatino e Lana Clelland. Una prestazione monumentale, quale raramente è dato vedere sui campi della serie A femminile.

Il Napoli ha anche il merito di aver fatto debuttare in Serie A  la giovanissima sedicenne Morena Gianfico. Un esordio che fa la storia. La classe 2008 è infatti la prima della sua annata a scendere in campo in una gara del massimo campionato italiano.

In momenti di (grandissima) magra, qual è l’onda lunga negativa in cui è finito il club partenopeo, ci si può sollevare il morale anche attaccandosi a situazioni di questo tipo che onorano due giocatrici con indosso la gloriosa maglia azzurra.

Foto tratta dal profilo Instagram di Doris Bacic.

You may also like

La rappresentativa Under 15 e il “Progetto Calcio +15”, veri incubatori delle Nazionali Femminili Giovanili: lo stato dell’arte

La crescita delle Nazionali Giovanili Femminili passa attraverso