Le bianconere si sgonfiano e una Viola molto volitiva si va a prendere la Finale di Coppa Italia: Juventus-Fiorentina Women 1-3

La Fiorentina centra l’obiettivo e si andrà a giocare la finale di Coppa Italia, a distanza di cinque anni e per la quinta volta nella sua storia, affrontando una fra Roma e Milan (che si incontrano domani al Tre Fontane nella gara di ritorno, partendo dal 2-0 in trasferta dalle giallorosse).

Le viola di mister de la Fuente sbrigano la pratica bianconera con una facilità quasi irrisoria. Passano in vantaggio dopo 4’ minuti con Janogy pronta a raccogliere sotto porta un pallone calciato da Boquete che aveva centrato in pieno la traversa. Il raddoppio arriva al 21’ con Boquete, che trasforma un calcio di rigore concesso per atterramento in area di Catena da parte di una spaesata Boattin. Solo nei minuti di recupero la Juventus, apparsa confusionaria e molto sottotono, accorcia le distanze con la rediviva Bragonzi (schierata nell’undici titolare da Zappella). Nella ripresa è ancora Janogy che approfitta al 50’ di una dormita generale della difesa juventina, su un cross di Johannasdottir, e chiude di fatto i giochi.

La Juventus non ha reagito come ci si sarebbe potuto e dovuto aspettare dopo l’allontanamento di Joe Montemurro. Perde due partite di fila con una formazione gigliata apparsa volitiva e determinata, molto ben messa in campo e rocciosa in tutti i reparti. Questa è la vittoria di tutto il gruppo gigliato, anche se porta la firma di Janogy (autrice di una doppietta e vero incubo per le bianconere) e di Schroffenegger (autrice dell’ennesima superprestazione).

Il lavoro di Sebastian de la Fuente è stato fin qui praticamente perfetto nella gestione della rosa e i risultati della squadra ne sono la prova provata.  Per le bianconere si apre un periodo che potrebbe essere molto difficile da gestire, considerate le innumerevoli criticità emerse nella partita di oggi. La squadra sembra sfilacciata e disincantata, con molte giocatrici fuori fase e non più incisive come erano una volta. Ci sarà parecchio da lavorare per il successore di Joe Montemurro.

Juventus Women-Fiorentina Femminile 1-3 (1-2)
4′ e 50’ Janogy (F), 22′ rig. Boquete (F), 45+1′ Bragonzi (J)

JUVENTUS WOMEN (4-4-2): Peyraud Magnin; Lenzini, Calligaris, Salvai, Boattin; Cantore (60′ Thomas), Caruso, Grosso (60′ Beerensteyn), Bonansea (60′ Gunnarsdottir); Girelli, Bragonzi (60′ Echegini). A disp. Aprile, Cascarino, Cafferata, Gama, Garbino,. All. Giuseppe Zappella

FIORENTINA (4-2-3-1): Schroffenegger; Erzen (90′ Tortelli), Georgieva, Agard, Faerge; Severini, Johannsdottir; Janogy (77′ Mijatovic), Boquete (90′ Cinotti), Catena (69′ Bellucci); Longo (77′ Toniolo).  A disp. Baldi, Tucceri Cimin,i Lundin. Parisi. All. Sebastian de la Fuente.

Arbitro: Grasso di Ariano Irpino

You may also like

Serie B Femminile, dopo la 25a giornata Lazio sempre più sola: è fuga per la vittoria?

Al termine della 25ª giornata di Serie B,