Connect with us

Pubblicato

il

Lo stop provocato dal Covid-19 ha frenato l’ascesa del movimento calcistico femminile lanciato, dalle imprese compiute nel Mondiale di Francia della Nazionale di Milena Bertolini, verso traguardi da lungo tempo cercati e sicuramente meritati.

Sabato 22 agosto il campionato di Serie A ha messo in calendario la prima giornata. Una scelta e condivisibile, quella operata dalla Figc di Gabriele Gravina e dalla Divisione femminile di Ludovica Mantovani (nella foto).

L’inizio avviene in una data anomala per il la massima serie nazionale. Arriva al termine di un periodo di preparazione stressante e rischioso, considerato il lungo periodo di sosta e il caldo afoso delle estati italiane.

Nonostante l’elevato rischio di infortuni, si è trattato di una scelta quasi forzata. La Nazionale azzurra a settembre riprende il suo cammino in vista della qualificazione al Campionato Europeo e lo spazio per i raduni davvero non c’era vista la cascata di eventi negativi che è piovuta sul calcio femminile >>> LEGGI QUI.

Partendo da queste considerazioni Calciopress, testata che si è occupata per molti anni del calcio di terza serie nazionale, chiede agli organi dirigenti di puntare seriamente all’introduzione dei cinque cambi a partita.

Si tratta di una scelta che lo stesso Gravina ha introdotto in Serie C, quando era presidente della Lega Pro di Firenze. Un’opzione (doverosa?) che aiuterebbe a compensare le difficoltà legate a tempi/modi di preparazione e stimolerebbe la competizione all’interno delle rose.

In questo modo un maggior numero di giocatrici potrebbe mettersi in evidenza. Un dato oggettivamente favorevole per la crescita di un movimento che sta facendo rotta verso il professionismo >>> LEGGI QUI.

Ora la parola passa alla governance della serie A femminile. Nell’interesse del movimento auspichiamo che chi di dovere sia pronto a raccogliere una proposta che, sulla carta e non solo, riteniamo molto sensata.

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali1 settimana fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile: ci sono voluti 50 anni per il professionismo

“Siamo fatti anche noi della materia di cui sono fatti i sogni: nello spazio e nel tempo di un sogno...

Editoriali4 settimane fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: è una riforma affrettata?

👉🏽 La Divisione Calcio Femminile presieduta da Ludovica Mantovani, con il passaggio al professionismo, ha deciso che la serie A...

Editoriali4 settimane fa

La Serie A Femminile passerà a 10 club: Morace storce il naso

Carolina Morace ha scelto di prendere parte a “Campionesse“, la docuserie di Rakuten Tv disponibile dal 2 dicembre che racconta...

Editoriali2 mesi fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali3 mesi fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi