Connect with us

Pubblicato

il

Della questione si occupa da diverso tempo la Federazione della stampa, su impulso di GiULiA Giornaliste e di Uisp. Già due anni fa, ovvero il 28 maggio 2019, è stato diffuso il documento “Media, Donne e Sport: idee guida per una diversa informazione”.

Si parla, ovviamente, anche degli stereotipi che connotano la narrazione del mondo femminile. Riflessioni condivisibili, che vale la pena di riproporre in una fase storica del movimento calcistico che si prepara a essere traghettare verso uno status di tipo professionistico. Forse qualcosa sta cambiando, ma non ancora abbastanza. Lo conferma il reiterarsi degli attacchi sessisti verso il calcio di genere, rispetto ai quali il movimento è però ben corazzato.

Il mondo dello sport è ‘amico delle donne’? Una serie di elementi che fa propendere quanto meno verso il dubbio. La grave e intollerabile discriminazione economica tra atlete e atleti. La ancora scarsa presenza delle donne nelle strutture dirigenti delle diverse discipline. L’insufficiente promozione e la modesta visibilità dello sport femminile. La modesta, inadeguata e spesso stereotipata rappresentazione degli sport femminili sui media.

‘Fisico da urlo’, ‘icona di stile’, ‘belle e brave’. Sono alcuni esempi di come i media hanno spesso parlato e scritto di atlete e donne di sport. Si tratta di giudizi centrati sull’apparenza anziché sulla sostanza. Vale a dire non focalizzati esclusivamente sulle prestazioni e sulle competenze sportive. Questo tipo di valutazioni assai raramente trova piene corrispondenze nel racconto degli sportivi uomini.

Si tratta di cliché e pregiudizi che deformano la rappresentazione delle donne nell’informazione sportiva e le inchiodano nell’immaginario su un piano svantaggiato rispetto ai colleghi delle stesse discipline.

L’informazione, anche nel settore dello sport, dovrebbe avere (ha) un ruolo fondamentale per promuovere l’attività femminile e le sue eccellenze. Si dovrebbe (deve) battere contro le discriminazioni e gli stereotipi. Tutto nel segno di una piena valorizzazione delle donne nello sport e dello sport come fattore di vita sana, per la salute e il benessere.

Fonte: uisp.it

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali4 settimane fa

Serie A Femminile, occorre ossigeno: in campo la ‘meglio gioventù’

✅ Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile rende ineludibile il potenziamento dei settori giovanili 👉🏾 “Serie A Femminile  e...

Opinioni1 mese fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali1 mese fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: è una riforma affrettata?

👉🏽 La Divisione Calcio Femminile presieduta da Ludovica Mantovani, con il passaggio al professionismo, ha deciso che la serie A...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile e professionismo, serve subito un progetto: se non ora, quando?

Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile comporta l’entrata in un sistema calcio ormai alla canna del gas. Per...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile e professionismo: sarà il migliore di tutti i tempi?

L’incipit di 👉🏾 “A tale of two cities” offre un’idea suggestiva della dicotomia all’interno della quale continua a muoversi il...

Editoriali2 mesi fa

Il calcio va in tilt: la Serie A Femminile e nuovi modelli di professionismo

La Serie A Femminile, con il passaggio al professionismo, si appresta a entrare in un sistema ormai alla canna del...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi