Connect with us

Pubblicato

il

Non è passata inosservata la vicenda sportiva che si è consumata a San Gimignano. Il trasferimento del titolo della Florentia – concordato fra il patron del club neroverde, Tommaso Becagli e il presidente della Sampdoria, Massimo Ferrero – apre un grave “vulnus” nel movimento calcio femminile.

Il sindaco di San Gimignano, Andrea Marrucci, ha cercato in tutti i modi di opporsi. Ha coinvolto anche la Figc del presidente Gabriele Gravina, che si dovrà esprimere ufficialmente in merito a questa operazione, esprimendo il suo grande rammarico in merito all’ipotesi che un titolo sportivo a questi livelli possa essere ceduto anche oltre i confini regionali >>> “Serie A Femminile, il caso Florentia-Sampdoria e le dure leggi del mercato”.

Sulla questione interviene – sul proprio profilo Instagram – anche Alain Conte, ex allenatore del San Marino Academy e artefice della scalata delle Titane alla massima serie nazionale femminile. La sua riflessione è amara e del tutto condivisibile.

“In questi giorni il calcio femminile ha intrapreso una strada molto chiara. La serie A diventerà una vera e propria “superlega”, in attesa che tutti i grandi club del maschile arrivino a riempire le caselle prima di aumentare nuovamente i numeri. Chiaramente è nella logica delle cose, del “sistema” che sta calando anche sul mondo femminile. Con tanti, tantissimi lati oscuri. Primi fra tutti l’idea che si arrivi ad altissimi livelli senza gavetta e senza l’umiltà necessarie

La Florentia che ripartirà dalla C è un po’ l’emblema di questo mondo che cambia. Ho letto su molti siti che “favole” come quella del Florentia e la nostra di San Marino saranno impossibili.

Mi piace pensare che di impossibile nel calcio non vi sia nulla. I sogni però saranno più difficili da raggiungere e occorrerà una forte umiltà, una forte coesione e dei valori etici molto spiccati e condivisi per avere la meglio sull’aspetto economico e le dinamiche di questo calcio. C’è ancora una parte di sognatori però, sono quelli che renderanno questo sport magico per sempre>>> “Calcio moderno, business e sogni sognati dei sognatori”.

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali3 giorni fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali2 settimane fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato4 settimane fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni1 mese fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi