Connect with us

Pubblicato

il

La Nazionale Femminile è pronta a scendere in campo allo stadio ‘Nereo Rocco’ di Trieste (ore 17.30, diretta su Rai 2) per la prima gara di qualificazione alla Coppa del Mondo del 2023. Sul cammino delle Azzurre ci sarà nuovamente la Moldova, la stessa avversaria affrontata quattro anni fa nella partita che segnò l’inizio dell’avventura al Mondiale di Francia.

Nel 2017, al ‘Picco’ di La Spezia, Milena Bertolini (nella foto, con Sara Gama, durante la conferenza stampa) fece il suo esordio sulla panchina dell’Italia, Sara Gama disputò il primo match con la fascia da capitano al braccio e Girelli, assistita da Bonansea (autrice di una rete) realizzò una doppietta nel 5-0 inflitto alla nazionale moldava. La squadra di oggi muove i passi da lì.

“Ricominciamo da dove avevamo iniziato. L’auspicio come allora è quello di riuscire a fare bene – ha dichiarato la Ct in conferenza stampa – la Moldova è migliorata molto in questi anni, quindi sarà fondamentale affrontare questo match con lo spirito che abbiamo sempre messo in campo in questi quattro anni, durante i quali ci siamo tolte parecchie soddisfazioni”.

Per quanto riguarda il discorso qualificazione, vietato sbilanciarsi troppo. “Aspetterei prima di dire che siamo le favorite del girone perché a livello internazionale non c’è niente di scontato – ha sottolineato Milena Bertolini – incontreremo la Svizzera, che è una nazionale forte con tante calciatrici importanti, e anche le altre squadre non saranno assolutamente facili da affrontare. Dobbiamo avere fame e tanta voglia di raggiungere il nostro obiettivo”.

➡️ Le 27 giocatrici convocate

Fonte Testo e Foto: Figc Femminile

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali4 settimane fa

Serie A Femminile, occorre ossigeno: in campo la ‘meglio gioventù’

✅ Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile rende ineludibile il potenziamento dei settori giovanili 👉🏾 “Serie A Femminile  e...

Opinioni1 mese fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali1 mese fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: è una riforma affrettata?

👉🏽 La Divisione Calcio Femminile presieduta da Ludovica Mantovani, con il passaggio al professionismo, ha deciso che la serie A...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile e professionismo, serve subito un progetto: se non ora, quando?

Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile comporta l’entrata in un sistema calcio ormai alla canna del gas. Per...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile e professionismo: sarà il migliore di tutti i tempi?

L’incipit di 👉🏾 “A tale of two cities” offre un’idea suggestiva della dicotomia all’interno della quale continua a muoversi il...

Editoriali2 mesi fa

Il calcio va in tilt: la Serie A Femminile e nuovi modelli di professionismo

La Serie A Femminile, con il passaggio al professionismo, si appresta a entrare in un sistema ormai alla canna del...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi