Roma Femminile alla prova Sassuolo: per le giallorosse freno a mano ancora tirato?

La Roma Femminile di Alessandro Spugna (subentrato in panchina a Betty Bavagnoli), ha iniziato alla grande il campionato di Serie A Femminile. Poi, improvvisamente, ha tirato il freno a mano.

Le tre vittorie consecutive ottenute nelle prime tre giornate, due in trasferta (con Empoli Ladies e Pomigliano Femminile) e una in casa (con il Napoli Femminile) hanno in qualche modo illuso l’ambiente.

In realtà la caratura delle squadre affrontate non era di alto livello. Appena l’asticella si è alzata sono arrivati i problemi, leggi alla voce sconfitte in trasferta con l’Inter Women di Rita Guarino e in casa con la Juventus Women di Joe Montemurro. Un brusco risveglio per l’ambiente giallorosso.

Nell’ultimo turno le capitoline hanno provato a invertire la rotta e ci sono parzialmente riuscite pareggiando per 1-1 in casa del Milan Femminile di Ganz (che ha visibilmente accusato il colpo della battuta interna per mano del Sassuolo Femminile).

Proprio il club neroverde di Piovani sarà il prossimo (difficile) avversario nella partita che si giocherà al campo ‘Di Bartolomei’ di Trigoria per la settima di campionato. Il Sassuolo Femminile è in testa alla classifica a punteggio pieno.

Mister Piovani punta molto sulla solidità del complesso. Fa però anche grande affidamento sulle individualità. In particolare sulle qualità offensive di una Sofia Cantore fin qui devastante. L’ex Florentia San Gimignano attraversa un periodo di forma superlativo, ciò che le consente di fare molto male alle avversarie che incontra per strada. E pensare che manca ancora all’appello il ‘fenomeno’ Bugeja, mai scesa in campo nelle prime sei di campionato.

Per Spugna, e per la Roma, una prova tutt’altro che facile da superare a pieni voti.

You may also like

Angela Passeri, la ‘stakanovista’ della Serie A Femminile: a 18 anni sempre in campo con il Pomigliano

Angela Passeri, di professione difensore, è nata il