Connect with us

Pubblicato

il

La Roma Femminile di Alessandro Spugna (subentrato in panchina a Betty Bavagnoli), ha iniziato alla grande il campionato di Serie A Femminile. Poi, improvvisamente, ha tirato il freno a mano.

Le tre vittorie consecutive ottenute nelle prime tre giornate, due in trasferta (con Empoli Ladies e Pomigliano Femminile) e una in casa (con il Napoli Femminile) hanno in qualche modo illuso l’ambiente.

In realtà la caratura delle squadre affrontate non era di alto livello. Appena l’asticella si è alzata sono arrivati i problemi, leggi alla voce sconfitte in trasferta con l’Inter Women di Rita Guarino e in casa con la Juventus Women di Joe Montemurro. Un brusco risveglio per l’ambiente giallorosso.

Nell’ultimo turno le capitoline hanno provato a invertire la rotta e ci sono parzialmente riuscite pareggiando per 1-1 in casa del Milan Femminile di Ganz (che ha visibilmente accusato il colpo della battuta interna per mano del Sassuolo Femminile).

Proprio il club neroverde di Piovani sarà il prossimo (difficile) avversario nella partita che si giocherà al campo ‘Di Bartolomei’ di Trigoria per la settima di campionato. Il Sassuolo Femminile è in testa alla classifica a punteggio pieno.

Mister Piovani punta molto sulla solidità del complesso. Fa però anche grande affidamento sulle individualità. In particolare sulle qualità offensive di una Sofia Cantore fin qui devastante. L’ex Florentia San Gimignano attraversa un periodo di forma superlativo, ciò che le consente di fare molto male alle avversarie che incontra per strada. E pensare che manca ancora all’appello il ‘fenomeno’ Bugeja, mai scesa in campo nelle prime sei di campionato.

Per Spugna, e per la Roma, una prova tutt’altro che facile da superare a pieni voti.

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali3 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali3 settimane fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali2 mesi fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato2 mesi fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni2 mesi fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato diffuso a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi