Connect with us

Pubblicato

il

Partite 18a giornata Serie A TimVision 2021-22
Sabato 26/03/2022

  • HELLAS VERONA WOMEN- POMIGLIANO FEMMINILE 2-0

Il Verona con il 2-0 sul Pomigliano interrompe una serie di 13 sconfitte consecutive e tiene la porta inviolata per la prima volta dallo scorso 25 settembre; da allora, 41 gol subiti dalle venete (3,1 di media a match). In questo campionato le gialloblù non avevano mai segnato più di un gol; l’ultima volta fu nel 2-2 contro il Milan della scorsa stagione. Il Pomigliano invece resta a secco di gol in trasferta per la prima volta dallo scorso ottobre, contro la Sampdoria (0-1). La gara si accende al 13′ con la traversa di Salvatori Rinaldi che porta la squadra campana a un passo dal vantaggio. Al 19′ però arriva il gol dell’Hellas Verona con un tiro preciso di destro e di prima intenzione dalla distanza di Sardu che trova la sua prima marcatura in campionato. Dopo 3 gare senza segnare, le gialloblù dunque tornano al gol casalingo grazie alla numero 7 che compare di nuovo sul tabellino dei marcatori dopo quasi un anno (ultima rete in A il 18 aprile 2021). Il Verona prende sempre più fiducia e al 46′ è Rognoni che colpisce incredibilmente la traversa. Verona dunque vicinissima al gol del raddoppio che tuttavia non tarda ad arrivare. È il 54′ e la rete del 2-0 gialloblù porta la firma di Quazzico che trova il gol con la prima conclusione effettuata. Coordinazione perfetta per un colpo di testa che non lascia scampo a Cetinja e primo gol in 4 presenze per il difensore dell’Hellas. Il Verona con questi 3 punti resta comunque ultimo in classifica, a quota 4, mentre il Pomigliano è fermo a 19 ma con una gara da recuperare.

Hellas Verona Women – Pomigliano Femminile 2-0 (1-0)
19’ Sardu, 54’ Quazzico

Hellas Verona Women (4-3-3): Haaland; Miagkova (da 1′ st Oliva), Quazzico (da 26′ st Horvat), Ambrosi, De Sanctis; Lotti, Sardu, Jelencic; Pasini (da 19′ st Arrigoni), Rognoni, Anghileri (da 12′ st Ledri). A disposizione: Gritti, Marchiori, Mancuso, Casellato, Imprezzabile. Allenatrice: Veronica Brutti

Pomigliano Femminile (4-3-2-1): Cetinja; Ejangue, Cox, Apicella, Fusini; Tudisco (da 1′ st Banusic), Vaitukaitye (da 48′ st Mastrantonio), Ferrario; Rinaldi, Moraca (da 1′ st Ippolito); Della Peruta (da 26′ st Landa). A disposizione: Fierro, Varriale, Capparelli. Allenatrice: Manuela Tesse

  • LAZIO WOMEN- EMPOLI LADIES 0-0

Lazio-Empoli infine smuove poco la classifica delle due squadre. Un punto a testa e nessun gol segnato. Chi ha creato più occasioni è Oliviero (tre), mentre Bragonzi ci ha provato più volte a sbloccare il match con 4 tiri nel corso della gara (solo uno in meno rispetto a tutte le conclusioni tentate dalla Lazio e il doppio rispetto a tutte le altre compagne di squadra). La Lazio con questo punto sale a quota 8 in classifica e resta imbattuta per la terza partita consecutiva (non accadeva dal febbraio 2011). L’Empoli invece si conferma una squadra difficile da battere. Non perde da 4 gare di fila e in queste uscite ha collezionato 8 punti (come la Roma): dal 25 febbraio ad oggi nessuna squadra ha fatto meglio delle azzurre. Inoltre, è il secondo clean sheet nelle ultime 3 partite per le azzurre e la porta difesa da Capelletti è rimasta inviolata per due trasferte di fila in Serie A.

Lazio Women – Empoli Ladies 0-0

Lazio Women (4-3-3): Ohrstrom; Pittacio, Foerdos, Falloni, Vigliucci; Ferrandi, Castiello, Di Giammarino (59′ Cuschieri); Fridlund (87′ Pezzotti), Labate (59′ Heroum), Visentin. A disp.: Guidi, Natalucci, Savini, Le Franc, Santoro, Groff. All.: Massimiliano Catini

Empoli Ladies (4-3-3): Capelletti; De Rita, Maia, Mella, Oliviero; Monterubbiano (68 Nichele), Bellucci (87′ Morreale), Cinotti; Nocchi (52′ Tamborini), Bragonzi, Dompig. A disp.: Ciccioli, Sacchi, Silvioni, Binazzi, De Matteis, Nicolini. All.: Fabio Ulderici

  • SASSUOLO FEMMINILE – ROMA FEMMINILE 0-3

Riflettori su Sassuolo-Roma, una gara che vede sorridere le giallorosse di Spugna che con questa vittoria si portano momentaneamente a -2 dalla Juventus prima in classifica. E si godono questo successo in attesa del derby d’Italia che vedrà impegnate proprio le bianconere domani in casa contro l’Inter. La gara inizia con le due squadre quasi col freno a mano tirato. Seconda e terza in classifica che si studiano e sembra quasi abbiano paura di sbagliare, d’altronde la posta in palio è elevata in questa fase della stagione. Ma allo scadere del primo tempo è la solita Paloma Lazaro che sale in cattedra e sblocca il match con un colpo di tacco. E’ la venticinquesima rete di Lazaro in Serie A, la settima nella stagione in corso, a -1 gol dalle otto marcature dell’annata 2020/21. La seconda frazione si apre dunque con il Sassuolo chiamato a recuperare ma la Roma vuole la vittoria e al 72′ è Glionna che firma la rete del 2-0. Terzo gol contro il Sassuolo con 3 maglie diverse per la numero 18 giallorossa che raccoglie il pallone sulla corsia sinistra, entra in area, si sistema la sfera e fa partire il destro. Complice una deviazione, il tiro diventa imparabile per Lemey. Si complica ancora di più la situazione per il Sassuolo che comunque prova a riaprire la gara ma senza esito. E al quarto minuto di recupero è ancora Glionna che finalizza un contropiede giallorosso e archivia definitivamente la pratica neroverde. È la prima marcatura multipla per Glionna in questa Serie A.

Sassuolo Femminile – Roma Femminile 0-3 (0-1)
44′ Lazaro, 72′ e 94′ Glionna

Sassuolo Femminile (4-2-3-1): Lemej; Santoro (57′ Iriguchi), Brignoli (57′ Aldini), Filangeri, Philtjens; Pondini, Mihashi, Benoit (45′ Pellinghelli); Parisi; Cambiaghi (68′ Ferrato), Clelland (76′ Micheli). A disp.: Lugli, Lauria, Buonamassa, Mak. All. Gianpiero Piovani

Roma Femminile (4-3-3): Ceasar; Soffia (79′ Kollmats), Linari, Bartoli, Di Guglielmo; Andressa (83′ Bernauer), Giugliano, Greggi; Glionna, Lazaro (79′ Mijatovic), Pirone (60′ Haug). A disp.: Ghioc, Borini, Corelli, Pettenuzzo, Bergersen. All. Alessandro Spugna

Partite 18a giornata Serie A TimVision 2021-22
Domenica 28/03/2022

  • JUVENTUS WOMEN- INTER WOMEN 3-1

La Juventus festeggia la 100ª partita in Serie A facendo suo il Derby d’Italia e tornando a +5 sulla Roma in classifica. Le campionesse d’Italia in carica, dopo il successo in Women’s Champions League con il Lione, non sbagliano nemmeno in campionato e battono l’Inter 3-1. La gara di Vinovo, valida per la 18esima giornata della Serie A TimVision 21/22, parte a ritmi altissimi, ma il primo squillo è delle nerazzurre, che vanno vicinissime al vantaggio al 16′ con Karchouni. La francese vince il duello con Gama al limite dell’area di rigore, calcia col destro e il diagonale sfiora il secondo palo. Al 26’ però il parziale si sblocca per le padrone di casa: Cernoia tocca per Boattin su calcio di punizione, il terzino calcia da fuori e il sinistro potentissimo supera Durante tra i pali. L’Inter non perde coraggio e spirito di iniziativa, e al 34’ trova il momentaneo pareggio con una grande azione: Nchout riceve palla sulla corsia di sinistra, apre il gioco su Bonetti dalla parte opposta del campo e la numero 10 nerazzurra con una prodezza batte Peyraud-Magnin. A inizio ripresa però le undici di Montemurro vanno di nuovo avanti, sempre con Boattin: il terzino stoppa a perfezione, calcia dal limite e il palo-gol vale il 2-1, oltre che la doppietta personale e il titolo di miglior marcatrice nel torneo in corso tra i difensori con cinque reti all’attivo (a + due sulla rossonera Tucceri Cimini). La formazione dell’ex Guarino prova a riportare il match in equilibrio, ma nel momento in cui sembra più vicina al 2-2 concede un contropiede fatale, che conduce al tris per le padrone di casa, firmato al 69′ dalla subentrata Bonfantini. Seconda firma nell’arco di cinque giorni per l’ex Roma: gol vittoria contro il Lione in Women’s Champions League mercoledì, sigillo del 3-1 nella sfida di campionato con l’Inter. La Juventus al triplice fischio festeggia la 15ª vittoria in questo campionato, torna a +5 sulla Roma seconda e mantiene il primato a quota 47.

Juventus Women – Inter Women 3-1 (1-1)
26’ e 50’ Boattin (J), 34’ Bonetti (I), 69’ Bonfantini (J)

Juventus Women (4-3-3): Peyraud-Magnin; Hyyrynen (80′ Lundorf), Gama, Sembrant, Boattin; Caruso (73′ Zamanian), Pedersen, Grosso; Bonansea (63′ Hurtig), Girelli (73′ Nilden), Cernoia (63′ Bonfantini). All. MontemurroA disp. Aprile, Panzeri, Lenzini, Rosucci.

Inter Women (4-3-3): Durante; Sønstevold, Kathellen, Kristjánsdóttir, Merlo (64′ Landström); Karchouni  (64′ Polli), Simonetti, Csiszàr (83′ Regazzoli); Bonetti (83′ M. Portales) , Njoya Ajara, Marinelli (64′ Pandini). All. Guarino. A disp. Gilardi, Santi, Brustia, Alborghetti

  • MILAN FEMMINILE – FIORENTINA FEMMINILE 2-0

Tre punti pesanti, nella parte alta della classifica, anche quelli conquistati dal Milan contro la Fiorentina, che permettono alla squadra di Ganz di superare il Sassuolo – sconfitto 3-0 dalla Roma in questo turno – e di guadagnare il terzo posto in classifica a 37 punti, con una lunghezza di vantaggio proprio sulle emiliane. Al “Vismara” le rossonere, dopo aver sfiorato il vantaggio al 7’ con Guagni, non precisa di testa, lo trovano al 22’: cross di Tucceri, Schroffenegger respinge corto e Bergamaschi non sbaglia il tap-in, siglando il suo quarto gol in questa Serie A. La Fiorentina prova a reagire ma dopo l’1-0 delle lombarde i ritmi calano e nessuna delle due formazioni riesce a trovare il gol. Nella ripresa Panico prova a dare una scossa alla squadra con qualche cambio, ma la manovra delle undici in campo continua a essere poco fluida e per niente incisiva. Le rossonere difendono con ordine l’1-0 e al 75′ non sfruttano la chance del raddoppio: Thomas mette in mezzo, Bergamaschi manca l’aggancio col pallone per un soffio. Il gol che arrotonda il punteggio arriva però all’87’ con Tucceri, che dopo una serie di rimpalli va a bersaglio siglando il suo terzo sigillo in questo campionato. Finisce 2-0 per le rossonere, che si rammaricano solo per l’espulsione di Codina nel finale, frutto di una doppia ammonizione nel secondo tempo. 11° successo in 18 giornate per il Diavolo, che torna terzo in classifica a -5 dalla Roma.

Milan Femminile – Fiorentina Femminile 2-0 (1-0)
22’ Bergamaschi, 87’ Tucceri Cimini

Milan Femminile (3-4-3): Giuliani; Codina, Agard, Fusetti; Arnadottir, Adami, Grimshaw, Tucceri; Guagni, Bergamaschi Thomas. A disp. Cazzioli, Babb, Sorelli,Thige,Boureille, Renzotti, Longo, Miotto, Piemonte, Strapelfeldt.  All. Ganz

Fiorentina Femminile  (3-5-2): Schroffenegger; Tortelli, Breitner, Kravets; Cafferata, Boquete, Neto, Huchet, Vigliucci; Lundin, Sabatino. A disp. Catena, Mascarello, Monnecchi, Zazzera, Pirriatore, Vitale, Tasselli, Russo, Aronsson. All. Panico

  • SAMPDORIA WOMEN – NAPOLI FEMMINILE 1-0

Vince la Sampdoria di Cincotta, che supera di misura il Napoli Femminile, sempre più a rischio retrocessione. In casa delle liguri basta, al 9’, il guizzo di Spinelli: punizione di Rincon, deviazione di Tarenzi, Baldi non trattiene tra i pali e la blucerchiata non sbaglia a distanza ravvicinata. Quinto gol per la classe ’94 nel massimo campionato – nessuna giocatrice nello stesso ruolo ne conta di più a partire dalla Serie A 20/21. La squadra di Cincotta, dopo il successo di oggi, salgono a quota 28 punti e mantengono saldo il sesto posto a +8 sull’Empoli, che ha pareggiato con la Lazio in questo turno. Le campane restano invece terzultime con appena 15 punti rimediati, in piena lotta per non retrocedere.

Sampdoria Women – Napoli Femminile 1-0 (1-0)
9’ Spinelli

Sampdoria Women (4-3-1-2): Tampieri; Rizza, Pisani, Spinelli, Giordano; Seghir (dal 24’ s.t. Auvineen), Fallico, Conc; Rincon (dal 40’ p.t. Battelani); Martinez (dal 24’ s.t. Martinovic), Tarenzi. A disp.: Ortiz, Boglioni, Bargi, Helmvall, Bursi, Gardel. All.: Cincotta

Napoli Femminile (4-3-1-2): Baldi; Erzen, Awona, Golob (dal 46’ s.t. Berti), Abrahamsson; Severini (dal 1’ s.t. Errico), Sara Tui, Mauri; Toniolo (dal 18’ s.t. Di Marino); Pinna (dal 18’ s.t. Goldoni), Acuti (dal 1’ s.t. Soledad). A disp.: Aguirre, Garnier, Corrado, Colombo. All.: Domenichetti

Programma della 19a giornata di Serie A Tim Vision 2021-22
Sabato 2 e domenica 3 aprile

Pomigliano-Sassuolo
Inter-Fiorentina
Napoli Femminile-Lazio
Roma-Hellas Verona
Empoli-Milan
Juventus-Sampdoria

 Serie A Femminile in un solo clic: cronaca e tabellini / partita per partita / giornata per giornata

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Opinioni3 giorni fa

La Juventus si riprende il talento di Sofia Cantore: sarà qualcosa di travolgente?

👉🏾 Questo articolo era stato pubblicato da Calciopress nel luglio 2022, a futura memoria. Lo riproponiamo, perchè Sofia Cantore ha...

Opinioni3 settimane fa

Coppa Italia Femminile: per conoscere meglio i 16 club di una serie B ad alto potenziale

Domenica 11 settembre prende il via la prima giornata della Fase a Gironi di Coppa Italia Femminile ➡️ il programma....

Opinioni1 mese fa

Serie B Femminile: è possibile l’impresa di far concorrenza alla Serie A?

Da subito Calciopress ha ritenuto opinabile e affrettata la scelta di entrare nell’era professionistica del calcio femminile con una Superlega...

Editoriali1 mese fa

La Nazionale, la Serie A e il professionismo: la lunga estate calda del calcio femminile

Un’estate torrida come non mai. Un caldo infinito, iniziato già a maggio. Roba che, alla lunga, dà alla testa. Non...

Opinioni1 mese fa

Calcio femminile e ‘grande storia’ dei club: solo il tifo non è negoziabile

Il calcio è uno sport bellissimo, a prescindere dal genere. La sua valenza sociale riposa nella trasversalità del tifo, che...

Nazionale2 mesi fa

Nazionale Femminile: il supporto Rai è stato un ‘flop’ per la crescita del movimento?

La Rai ha puntato molto sulla Nazionale Femminile. Secondo Andrea Fagioli, opinionista di ‘Avvenire, è stato un flop mediatico ➡️...

Editoriali2 mesi fa

Campionato Europeo: se il calcio femminile diventa qualcosa di travolgente

✅ Inghilterra-Svezia di ieri sera è stata gioia pura per gli occhi. La ciliegina sulla torta? Il magnifico gol di...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi