Connect with us

Pubblicato

il

Ad Abano Terme la Nazionale femminile Under 19 batte le pari età dell’Ungheria per 3-1, centrando la seconda vittoria in altrettante partite nel suo girone di qualificazione e avvicinandosi ancora di più alla fase finale dell’Europeo di categoria.

Martedì prossimo contro la Svizzera (calcio d’inizio ore 14,30, diretta streaming sul sito della Rai e su RaiPlay) sicuramente le Azzurrine avranno due risultati su tre per centrare il primo posto nel raggruppamento e staccare così il pass per la Repubblica Ceca, dove dal 27 giugno si terrà l’ultima parte della competizione.

In caso di concomitante vittoria dell’Ungheria contro la Bosnia nell’altra gara del girone, alle ragazze di Sbardella potrebbe addirittura bastare una sconfitta di misura. Un’eventualità che il tecnico azzurro invita a non contemplare, “perché non dobbiamo fare calcoli: siamo una squadra che dipende solo da sé stessa”.

Contro l’Ungheria la sfida è stato un monologo azzurro, interrotto solo al quarto d’ora della ripresa quando, sul doppio vantaggio, il forte vento ha completamente cambiato la traiettoria di un calcio d’angolo magiaro, riaprendo una partita che sembrava ormai in naftalina.

“Gliel’avevo detto alle ragazze: queste sono le classiche partite – sottolinea Sbardella – dove bisogna stare attenti Sapevamo di dover fare la gara, ma anche che c’erano condizioni meteo per cui bastava un pallone messo in mezzo per cambiare l’inerzia della gara. Abbiamo disputato un primo tempo molto bello, mentre nella ripresa, vuoi per il vento o vuoi per la stanchezza, le cose si sono un po’ complicate”.“Però abbiamo lavorato molto bene anche con lo staff, effettuando i cambi con lucidità. Ecco, mi piace sottolineare proprio questo: questa squadra ha talmente tanta qualità nelle sue interpreti, che possiamo cambiare le cose in corsa”, conclude Sbardella.

Fonte testo e foto: Figc Nazionali

 

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali4 settimane fa

Serie A Femminile, occorre ossigeno: in campo la ‘meglio gioventù’

✅ Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile rende ineludibile il potenziamento dei settori giovanili 👉🏾 “Serie A Femminile  e...

Opinioni1 mese fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali1 mese fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: è una riforma affrettata?

👉🏽 La Divisione Calcio Femminile presieduta da Ludovica Mantovani, con il passaggio al professionismo, ha deciso che la serie A...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile e professionismo, serve subito un progetto: se non ora, quando?

Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile comporta l’entrata in un sistema calcio ormai alla canna del gas. Per...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile e professionismo: sarà il migliore di tutti i tempi?

L’incipit di 👉🏾 “A tale of two cities” offre un’idea suggestiva della dicotomia all’interno della quale continua a muoversi il...

Editoriali2 mesi fa

Il calcio va in tilt: la Serie A Femminile e nuovi modelli di professionismo

La Serie A Femminile, con il passaggio al professionismo, si appresta a entrare in un sistema ormai alla canna del...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi