I paradossi della Serie A Femminile: per la ‘poule scudetto’ già tutto deciso. E adesso che si fa?

A metà strada, con quattro partite giocate e una classifica finalmente allineata, tutto è già deciso nella ‘poule scudetto’ della Serie A Femminile.

Ci sono da giocare altre quattro partite, con 12 punti ancora a disposizione. Ma resta il fatto che la Roma ha 11 punti di vantaggio sulla Juventus e che le bianconere, a loro volta,  ne hanno 11 su Milan e Fiorentina.

Di fatto lo scudetto è già assegnato. Così pure il secondo posto, valido per partecipare alla Women’s Champions League. Tutto era già chiaro al termine della stagione regolare, a dire il vero.

Questi dati inconfutabili certificano il fallimento di un format astruso he che più astruso non si può e di una poule scudetto (per di più monca perchè conta solo cinque squadre) che sa tanto di vuoto pneumatico.

A cosa (diavolo) serviranno le partite che restano da giocare, per di più sempre fra le stesse squadre?

In previsione della prossima stagione, si spera quanto meno che si possano vedere in campo un po’ di giovani da (ri)lanciare e qualche seconda linea  utilizzata (troppo) a singhiozzo, .

Tu chiamale, se vuoi ,“non emozioni”.

You may also like

Il senso di ‘Calciopress’ per tutta la piramide del calcio femminile, per i suoi tifosi e per la crescita del movimento

“Abbiamo molto tempo davanti a noi per creare