La Nazionale Femminile verso Spagna-Italia, l’obiettivo è vincere: Soncin sparge ottimismo a palate

Italy Training Session & Press Conference

Lo ripete più volte Andrea Soncin nel corso della conferenza stampa di inizio raduno, un messaggio per caricare l’ambiente in vista del penultimo match del Gruppo 4 della UEFA Nations League contro la Spagna, che si disputerà venerdì (ore 21.30, Rai 2) allo stadio Pasarón di Pontevedra: “Lavoriamo per cercare di andare a fare un’impresa. Una sfida difficile, non impossibile”.

Non è ancora deciso nulla, il girone è ancora aperto – queste le prime parole di Soncin, che nel pomeriggio ha diretto il primo allenamento, al quale ha partecipato anche la selezione Under 23 – sono molto concentrato sul nostro percorso di crescita. Tra poco più di una settimana tireremo le somme, ma con grande umiltà il gruppo sta dimostrando di poter fare risultato contro chiunque. In questi mesi in termini di punti abbiamo raccolto meno di quanto avremmo meritato. Ora vogliamo rifarci: l’obiettivo è vincere, anche contro la Spagna”.

Le iberiche, prime a punteggio pieno, sono ormai irraggiungibili, ma nonostante i tre punti di svantaggio l’Italia crede nella rimonta sulla Svezia. Per riuscirci la Nazionale dovrà fare più punti delle scandinave nella quinta giornata e avere un saldo di tre punti a zero nell’ultima. Discorsi futuribili, anche perché il commissario tecnico e la squadra sono focalizzati solo sulla trasferta in Galizia.

Le assenze, a partire da quelle delle infortunate Bonansea e Girelli, non preoccupano Soncin, che dal suo primo giorno sulla panchina dell’Italia lavora per creare una forte identità di squadra: “È vero che mancheranno delle calciatrici importanti, ma lo sono ancora di più le motivazioni di chi sta qui con noi. Ci sono tante ragazze che stanno facendo molto bene, c’è concorrenza in tutti i reparti e questo è un aspetto positivo per il movimento. La convocazione va conquistata giorno dopo giorno, bisogna lottare per poter vestire questa maglia, non deve esserci nulla di scontato”.

La lista delle convocate.

  • Portieri: Rachele Baldi (Fiorentina), Francesca Durante (Inter), Laura Giuliani (Milan), Katja Schroffenegger (Fiorentina);
  • Difensori: Elisa Bartoli (Roma), Valentina Bergamaschi (Milan), Lisa Boattin (Juventus), Lucia Di Guglielmo (Roma), Sara Gama (Juventus), Martina Lenzini (Juventus), Elena Linari (Roma), Cecilia Salvai (Juventus), Alice Tortelli (Fiorentina);
  • Centrocampiste: Arianna Caruso (Juventus), Giulia Dragoni (Barcellona), Aurora Galli (Everton), Manuela Giugliano (Roma), Giada Greggi (Roma), Emma Severini (Fiorentina);
  • Attaccanti: Chiara Beccari (Sassuolo), Agnese Bonfantini (Inter), Michela Cambiaghi (Inter), Sofia Cantore (Juventus), Michela Catena (Fiorentina), Valentina Giacinti (Roma), Benedetta Glionna (Roma), Martina Piemonte (Everton), Annamaria Serturini (Roma).

Fonte testo e foto: Figc Nazionali

You may also like

La rappresentativa Under 15 e il “Progetto Calcio +15”, veri incubatori delle Nazionali Femminili Giovanili: lo stato dell’arte

La crescita delle Nazionali Giovanili Femminili passa attraverso