Connect with us

Pubblicato

il

Sembra passato un secolo da quando la Nazionale femminile si radunava al Mancini Park Hotel di Roma per imbarcarsi verso il Portogallo, dove avrebbe disputato l’Algarve Cup (prestigioso torneo in programma dal 4 all’11 marzo).

Fu una cavalcata trionfale. Le Azzurre di Milena Bartolini avrebbero dovuto giocarsi la finale contro la Germania, mai disputata per colpa della pandemia.

Poi la sosta infinita determinata dal coronavirus è sfociata nella sospensione del campionato di Serie A femminile. Una decisione sofferta, che il presidente della Figc Gabriele Gravina ha dovuto necessariamente alla luce di una serie di considerazioni che non è questa la sede giusta per sviscerare.

E però, da settembre, l’Italia riprenderà il suo cammino nelle qualificazioni per il Campionato Europeo che si giocherà nel 2022 in Inghilterra. Anche in questo caso un cammino trionfale, con sei vittorie in sei partite e la testa del Gruppo B saldamente in mano.

Alla fine mancano solo quattro partite >>> LEGGI QUI e si tratta di confermare il primato meritatamente conquistato finora.

Da dove ripartirà il CT Bartolini, considerato lo stop che le attività agonistiche hanno subito causa pandemia? Per avere un’idea ripartiamo dal gruppo di giocatrici convocate per l’Algarve Cup. È sicuramente una buona idea da dove ricominciare.

Allora furono convocate 22 giocatrici. Ricordiamole. Questo è l’elenco completo tratto dal sito web della Figc.

– Portieri: Laura Giuliani (Juventus), Rachele Baldi (Empoli Ladies), Katja Schroffenegger (Florentia San Gimignano);

– Difensori: Sara Gama (Juventus), Cecilia Salvai (Juventus), Alia Guagni (Fiorentina Women’s), Elena Linari (Atletico Madrid), Martina Lenzini (Sassuolo), Elisa Bartoli (AS Roma), Lisa Boattin (Juventus), Alice Tortelli (Fiorentina Women’s);

– Centrocampiste: Manuela Giugliano (AS Roma), Valentina Cernoia (Juventus), Aurora Galli (Juventus), Martina Rosucci (Juventus), Marta Mascarello (Fiorentina Women’s), Arianna Caruso (Juventus);

– Attaccanti: Cristiana Girelli (Juventus), Daniela Sabatino (Sassuolo), Agnese Bonfantini (AS Roma), Barbara Bonansea (Juventus), Tatiana Bonetti (Fiorentina Women’s).

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile: ci sono voluti 50 anni per il professionismo

“Siamo fatti anche noi della materia di cui sono fatti i sogni: nello spazio e nel tempo di un sogno...

Editoriali4 settimane fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: è una riforma affrettata?

👉🏽 La Divisione Calcio Femminile presieduta da Ludovica Mantovani, con il passaggio al professionismo, ha deciso che la serie A...

Editoriali4 settimane fa

La Serie A Femminile passerà a 10 club: Morace storce il naso

Carolina Morace ha scelto di prendere parte a “Campionesse“, la docuserie di Rakuten Tv disponibile dal 2 dicembre che racconta...

Editoriali2 mesi fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile, un calcio che ha bisogno di ‘storie’

Eduardo Galeano è l’autore di uno dei libri più belli mai scritti per spiegare il mondo del pallone. “Splendori e...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi