Melania Martinovic, la Nazionale solo un sogno?

Melania Martinovic (nella foto, scattata durante la partita con la Juventus Women), classe 1993, è un’attaccante di razza. Ha segnato 9 reti con la maglia neroverde della Florentia San Gimignano, contribuendo al raggiungimento di uno storico quinto posto alle spalle delle big del torneo.

Solo l’emergenza coronavirus e il conseguente stop del campionato, arrivati nel momento in cui aveva raggiunto una forma strepitosa, hanno fermato la sua ascesa nella speciale classifica dei marcatori.

Cresciuta nella Res Roma, ha collezionato diverse esperienze in giro per l’Italia. Acireale, Chieti, Sassuolo e Mozzanica le tappe di un percorso segnato da alti e bassi. Con la maglia della Florentia arriva però la definitiva consacrazione.

Giocatrice dal carattere forte e istintivo, è sempre affamata di vittoria. Chi la conosce bene, sa che il calcio è il suo destino. In campo è un vero ciclone. I tifosi di San Gimignano adorano vedere l’agonismo che mette sempre in campo, quando gioca al Santa Lucia.

Una grinta e un coraggio, uniti al suo indubbio fiuto per il gol, che Melania vorrebbe mettere al servizio della Nazionale. Giocare con la maglia azzurra è il suo sogno, nemmeno tanto segreto. Milena Bertolini, CT dell’Italia, è avvisata.

Quando il campionato di serie A femminile uscirà dal ghetto in cui la pandemia l’ha confinato riusciremo a capire se Martinovic, a suon di spallate e di reti, riuscirà a far appuntare anche il suo nome nella lista delle possibili convocate.

You may also like

Il talento inesploso di Sofia Cantore: un (serio?) problema per la Juventus e per il calcio femminile italiano

“Un giocatore lo vedi dal coraggio,dall’altruismo e dalla