Connect with us

Pubblicato

il

Tommaso Becagli (nella foto scattata al termine della partita giocata con il Milan Women a San Gimignano, che ha coinciso con l’addio al calcio di Giulia Orlandi) è il figlio di uno dei pionieri dell’industria tessile italiana: Mario Becagli, il celebre inventore del pile.

L’audace e visionario Tommaso decide di investire tutto nella passione per uno sport che suscita sempre crescente entusiasmo e che lui crede lo porterà lontano: il calcio femminile.

Durante una partita di calcio una giocatrice subisce un fallo, s’infortuna, ma vuole rientrare in campo per aiutare le sue compagne (si trattava di Giulia Orlandi, ndr). Becagli assiste alla scena dagli spalti e quell’episodio risveglia in lui il desiderio per un calcio autentico, guidato dalla passione e dal sacrificio. Nasce così una scommessa, un sogno chiamato Florentia.

Quella scritta dalla Florentia di Tommaso Becagli è una delle più belle storie del calcio femminile >>> LEGGI QUI. Il trasferimento della sede del club a San Gimignano >>> LEGGI QUI  segna il culmine del progetto.

La società si radica profondamente nel territorio, il Santa Lucia diventa la casa di un club che cambia i suoi colori da biancorosso a neroverde, il campo di gioco si trasforma in un fortino all’interno del quale le giocatrici diventano guerriere ed entrano in simbiosi con i tifosi.

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali2 settimane fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali2 mesi fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato2 mesi fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni2 mesi fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato diffuso a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi