Connect with us

Pubblicato

il

Il calcio femminile ha urgenza di ripartire, di rimettersi in marcia per riguadagnare il terreno perduto. Il lungo stop causato dall’epidemia di coronavirus ha spento di colpo i riflettori accesi su un movimento in crescita, sull’onda dei risultati ottenuti al Mondiale in Francia dalla Nazionale di Milena Bertolini.

Le vicende del calcio in rosa sono lentamente evaporate, travolte dall’emergenza dettata da un virus che ha cambiato in cento giorni le vite di tutti. Che ha riportato fuori dal perimetro mediatico le belle storie che stavano scrivendo i club della serie A femminile, e non solo. Oltre a quelle delle tante giocatrici che avevano attirato su di sè l’attenzione dei media.

Ma il calcio femminile, nato nel 1917 in Inghilterra >>> LEGGI QUI è destinato a riprendersi lo spazio che si merita e che gli spetta. Si tratta solo di tornare in campo, il prima possibile, per riattizzare la passione che cova sotto la cenere.  

Nell’era di internet c’è un disperato bisogno di “fare rete” attorno alle ragazze che hanno deciso di fare uno sport che molti non ritengono da femmine. Il fatto è che le donne hanno aperto e spianato una strada che non è più possibile chiudere. Perché? Semplicemente perchè il calcio, sport bellissimo come nessun’altro al mondo, è di tutti >>> LEGGI QUI.

Per questo si deve “fare rete”. Perché una rete, metaforicamente, serve per catturare. Nel nostro caso, ovviamente, l’interesse e la passione dei tanti tifosi che avevano iniziato a riempire le tribune anche nella gare dei campionati femminili.

Fare rete serve, anche e soprattutto, a “tutelare” il calcio femminile. A tenere alto il livello di attenzione sui problemi e sui destini del movimento. Per queste e altre ragioni, Calciopress ha deciso di convertirsi e trasformarsi in un sito che si occuperà solo di calcio femminile.

L’auspicio è, ovviamente, tornare a festeggiare insieme sempre e solo successi. Sia in campo che fuori. Recuperare le emozioni sopite del dopo Mondiale. Puntare i fari sull’avventura in Europa che attende la Nazionale, proiettata verso il torneo che si giocherà nel 2022 in Inghilterra >>> LEGGI QUI.

Le nostre Azzurre potranno verisimilmente diventare quel traino mediatico che è un elemento fondamentale per la crescita di tutto il sistema. 

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali9 ore fa

Serie A Femminile e professionismo: sarà il migliore di tutti i tempi?

L’incipit di 👉🏾 “A tale of two cities” offre un’idea suggestiva della dicotomia all’interno della quale continua a muoversi il...

Opinioni9 ore fa

Serie A Femminile, professionismo e rischio “legione straniera”

La Serie A Femminile diventa professionistica. Calerà la temuta “legione straniera”? Se così fosse, come sarà, diventa cruciale la cura...

Editoriali3 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali3 settimane fa

Serie A Femminile: ci sono voluti 50 anni per il professionismo

“Siamo fatti anche noi della materia di cui sono fatti i sogni: nello spazio e nel tempo di un sogno...

Editoriali1 mese fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: è una riforma affrettata?

👉🏽 La Divisione Calcio Femminile presieduta da Ludovica Mantovani, con il passaggio al professionismo, ha deciso che la serie A...

Editoriali1 mese fa

La Serie A Femminile passerà a 10 club: Morace storce il naso

Carolina Morace ha scelto di prendere parte a “Campionesse“, la docuserie di Rakuten Tv disponibile dal 2 dicembre che racconta...

Editoriali2 mesi fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi