Sofia Cantore, lampi di luce nel buio fitto della Florentia

Sofia Cantore è arrivata alla Florentia San Gimignano dopo una stagione in chiaroscuro in serie A con l’Hellas Verona Femminile. La giovane attaccante (classe 1999) di proprietà della Juventus, aveva già alle spalle una carriera densa di successi (soprattutto con le Nazionali Giovanili) >>> QUI la sua carriera.

Con la maglia neroverde della società cara al presidente Tommaso Becagli sta raggiungendo livelli di eccellenza, del tutti consoni alle sue riconosciute qualità tecniche e fisiche.

Finora ha già segnato sette reti, che rappresentano il record personale in una stagione, contribuendo in modo significativo alla posizione in classifica della sua squadra. Si è meritata la convocazione in Nazionale e ha già fatto il suo debutto con le Azzurre guidate da Milena Bertolini.

Nella sfortunata partita giocata sabato scorso a Empoli (persa dal club di San Gimignano con il risultato tennistico di 6-2), ha messo a segno la sua prima doppietta in un campionato di serie A. Sono state due reti stratosferiche. Veri lampi di luce, nel generale buio pesto di una squadra visibilmente in crisi di gioco e di risultati (tre sconfitte nelle ultime tre partite giocate, con ben 14 reti subite).

Gol di questo tipo, la dicono lunga sulle potenzialità di Sofia Cantore. Un’attaccante di rango e di grande prospettiva che i tifosi neroverdi si augurano di vedere anche l’anno prossimo sul prato verde del Santa Lucia (quest’anno interdetto ai tifosi per la pandemia da coronavirus).

You may also like

Serie A Femminile, sempre più Under 19 in campo: nell’11a giornata partite titolari in 6

Nonostante la Superlega e l’invasione straniera, cresce il