Connect with us

Pubblicato

il

La Florentia cede il suo titolo sportivo alla Sampdoria. Il club genovese di Massimo Ferrero acquisisce il diritto di disputare il prossimo campionato di Serie A Femminile al posto della società neroverde di San Gimignano.

Chi scrive è stato, per due anni, il coordinatore dell’area sanitaria e medico sociale di un club protagonista di una delle più belle storie del movimento femminile italiano. La Florentia ha compiuto un capolavoro calcistico, ha portato avanti un progetto “visionario”.

La splendida cavalcata in Serie A Femminile – con la partecipazione della Primavera alla Final Four a fungere da ciliegina sulla torta – porta la firma di professionisti che si sono dimostrati, prima di ogni altra cosa, innamorati follemente del calcio e coerenti con la trasversalità sociale che lo sottende. Un gruppo coeso, tetragono, che si è reso protagonista di una fantastica avventura.

L’impresa compiuta dalla Florentia resterà, sempre e per sempre, scolpita nei cuori di quanti vi hanno preso parte. Comprese le giocatrici, crediamo. Per le quali rimarrà, comunque, un’esperienza calcistica ‘speciale’ nell’ambito delle loro singole carriere.

Il passato è volano per il futuro. Il presente è un passaggio transitorio. Tutto ciò che noi siamo è quello che siamo qui e ora. Hic et nunc, come dicevano i latini. L’hic et nunc degli attori di questa stagione memorabile sarà la spinta per andare avanti.

La Florentia ha chiuso in bellezza il campionato. A testa alta ha messo la parola fine alla sua (magnifica) storia. Non potrà mai essere una mera parentesi per quanti l’hanno costruita e vissuta dal di dentro. La repentina fine dei giochi non conta nulla, non scalfisce l’impresa.

Il gruppo si è disciolto come neve al sole. Sarà difficile, anzi impossibile, ricomporlo nella sua unicità. Ogni singolo componente è però già pronto a tuffarsi in nuove, emozionanti, complicate sfide. Il futuro è sempre a portata di mano. Il meglio deve ancora venire.

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Opinioni2 giorni fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Calciomercato3 settimane fa

Il talento di Sofia Cantore: è una predestinata, parola di Carobbi

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Editoriali3 settimane fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Editoriali1 mese fa

Stefano Braghin e la missione del calcio femminile in Italia

Il direttore della Juventus Women, Stefano Braghin, ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club...

Opinioni1 mese fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, per nuove prospettive puntare verso nuovi orizzonti

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il 22 agosto 2020. La maggior...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film