Serie A Femminile, il 20/6 termine perentorio per depositare la domanda di iscrizione: la normativa

COMUNICATO UFFICIALE N. 208/DCF
AMMISSIONE AL CAMPIONATO SERIE A FEMMINILE 2023/2024

Ogni Società, in possesso del titolo sportivo per ottenere l’ammissione al Campionato di Serie A Femminile, deve ottemperare alle disposizioni – afferenti ai criteri legali ed economico-finanziari, criteri infrastrutturali e criteri sportivi e organizzativi – previste dalla F.I.G.C. con il C.U. 142/A del 15 marzo 2023 ai fini del rilascio della Licenza Nazionale relativa alla prossima stagione sportiva.

Ai sensi di quanto previsto dal suddetto Comunicato Ufficiale, oltre agli adempimenti da effettuarsi direttamente presso le Commissioni preposte, le società dovranno depositare alla Divisione Calcio Femminile per via telematica, attraverso il Portale web https://divisionecalciofemminile.figc.it (di seguito “il Portale”), entro il termine perentorio del 20 giugno 2023, la seguente documentazione:

1) la domanda di ammissione al Campionato di Serie A femminile 2023/2024 di cui al paragrafo I), lettera A), punto 1) e al paragrafo II), lettera A), punto 1) del C.U. 142/A del 15 marzo 2023.

2) la garanzia di cui al paragrafo I), lettera A), punto 2) e al paragrafo II), lettera A), punto 2) del C.U. 142/A del 15 marzo 2023; nel caso in cui la garanzia a favore della FIGC – Divisione Calcio Femminile non sia stata emessa e sottoscritta digitalmente, le società dovranno depositare la stessa, anche in originale entro il medesimo termine.

3) la dichiarazione sui diritti di publishing e commerciali di cui al paragrafo I), lettera A), punto 3) e al paragrafo II), lettera A), punto 3) del C.U. 142/A del 15 marzo 2023.

4) la dichiarazione attestante il pagamento dei debiti nei confronti della FIGC, della Divisione Calcio Femminile e di società affiliate alla FIGC, di cui al paragrafo I), lettera A), punto 4) del C.U. 142/A del 15 marzo 2023 e copia degli eventuali bonifici necessari per coprire eventuali posizioni debitorie (saldo negativo conto campionato, etc.).

Al riguardo, si comunica che le Società aventi titolo a partecipare al Campionato di Serie A Femminile dovranno, altresì, depositare alla Divisione Calcio Femminile copia del bonifico relativo al versamento delle tasse di iscrizione e dell’acconto spese partecipazione attività (tesseramento, assicurazione, ammende, tasse reclamo, etc.), secondo gli importi di seguito indicati: Campionato Nazionale di Serie A € 9.000,00 (Totale) Tassa di iscrizione al Campionato € 6.000,00 Acconto spese partecipazione attività € 3.000,00 Campionato Nazionale Primavera Tassa di iscrizione società Serie A € 1.000,00 (Totale) I

l pagamento dei predetti importi dovrà avvenire, in un’unica soluzione, esclusivamente a mezzo bonifico bancario intestato alla F.I.G.C., al seguente IBAN IT73R0100503309000000010000.

5) copia del bonifico attestante il pagamento dei contributi del Fondo Fine Carriera, di cui al paragrafo I), lettera A), punto 9) del C.U. 142/A del 15 marzo 2023.

Con riferimento all’impianto indicato dalla società richiedente la Licenza, licenza di tipo FIFA Quality Pro o LND Professional in caso di manto erboso artificiale e certificato illuminotecnico ovvero richiesta deroga su adeguamento impianto di illuminazione con impegno a completare i lavori entro il 1 settembre 2023. Sarà cura della Divisione Calcio Femminile certificare alla Co.Vi.So.C. e alla Commissione Criteri Infrastrutturali e Sportivi-Organizzativi, ciascuna per quanto di competenza, il rispetto degli adempimenti secondo quanto previsto dal C.U. 142/A del 15 marzo 2023.

👉🏾 Si rappresenta che, per la stagione sportiva 2023/2024, il Sistema Licenze Nazionali impone l’effettuazione degli adempimenti ivi previsti entro termini essenziali e perentori; non essendo prevista la possibilità di una successiva sanatoria, in caso di inadempimenti e/o adempimenti tardivi, non verrà concessa la Licenza Nazionale per la partecipazione al Campionato Serie A Femminile.

Le Società dovranno, infine, utilizzare il Portale per depositare il Censimento unitamente ai modelli contenenti i dati dei dirigenti e dei collaboratori nella gestione sportiva inseriti nel censimento con relativa autocertificazione ex art. 22 bis N.O.I.F., copia del documento di riconoscimento in corso di validità e documentazione attestante i poteri di firma.

Fonte: Figc Femminile

You may also like

Serie A Femminile, ‘POULE SCUDETTO: 4a giornata di andata (partite, date, orari e dirette tv)

La quarta giornata del girone di andata della