Connect with us

Pubblicato

il

Sabato, al ‘Piccolo’ di Cercola (calcio d’inizio ore 12,30), si gioca una gara molto attesa e ricca di risvolti. Il Napoli Femminile incrocia la Juventus Women.

Il club partenopeo ha fatto le cose in grande, sotto il profilo organizzativo. Ingresso gratuito per i tifosi fino al limite della capienza consentita. Invito esteso a tutte le giovani calciatrici tesserate Figc del territorio. Un’iniziativa veramente speciale per la Festa del Papà, che coincide con la data della partita.

Ci sono tutte le premesse per uno stadio gremito. Prove di dodicesimo uomo, che potrebbe essere determinante in una gara considerata a senso unico dai pronostici della vigilia.

È vero che le bianconere di Joe Montemurro sono proiettate verso l’Allianz Stadium. Il Lione e i quarti di Champions sono un appuntamento storico per il club mirabilmente guidato dal direttore Stefano Braghin. Ma è anche vero che la Juventus non si distrae mai e che la rosa a disposizione del tecnico è di un profilo talmente alto da poter schierare due squadre entrambe valide per la serie A.

Il Napoli, che nella stanza dei bottoni può contare su un direttore giovane ma molto esperto come Marco Zwingauer, sta giocando un girone di ritorno di grande spessore. I numeri parlano da soli. Sono stati rosicchiati punti importanti alle antagoniste in lotta per la salvezza, Si è riaperta un’opzione che sembrava (quasi)  compromessa.

Lo stato atletico e la tensione agonistica delle giocatrici che vanno in campo sono, in questo momento, due importanti prerogative del club caro al presidente Carlino. Giulia Domenichetti e Roberto Castorina – con la collaborazione di uno staff dirigenziale e tecnico molto preparato e affiatato – proveranno a giocare la gara perfetta. È certo che faranno l’impossibile per ribaltare i pronostici. Sarà una missione (im)possibile?

Fonte foto: Facebook Napoli Femminile

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali4 settimane fa

Serie A Femminile, occorre ossigeno: in campo la ‘meglio gioventù’

✅ Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile rende ineludibile il potenziamento dei settori giovanili 👉🏾 “Serie A Femminile  e...

Opinioni1 mese fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali1 mese fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: è una riforma affrettata?

👉🏽 La Divisione Calcio Femminile presieduta da Ludovica Mantovani, con il passaggio al professionismo, ha deciso che la serie A...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile e professionismo, serve subito un progetto: se non ora, quando?

Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile comporta l’entrata in un sistema calcio ormai alla canna del gas. Per...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile e professionismo: sarà il migliore di tutti i tempi?

L’incipit di 👉🏾 “A tale of two cities” offre un’idea suggestiva della dicotomia all’interno della quale continua a muoversi il...

Editoriali2 mesi fa

Il calcio va in tilt: la Serie A Femminile e nuovi modelli di professionismo

La Serie A Femminile, con il passaggio al professionismo, si appresta a entrare in un sistema ormai alla canna del...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi