Nazionale Femminile Under 19, finisce l’avventura europea: Italia-Austria 1-2 e Azzurrine fuori dalla fase finale

Italia-Austria U19 Femminile 1-2 (0-0)
54′ Ojukwu (A), 80′ Aistleitner (A), 87′ Pfattner (I)

ITALIA UNDER 19 (4-3-3): Bartalini; Bertucci (84′ Bianchi), Sorelli, Trevisan, Pfattner; Dragoni, Schatzer, Ferrara; Renzotti (91′ Berveglieri), Della Peruta, Petrara (66′ Zappettini). A disp.: Zaghini, Arrigoni, Zanini, Mounecif, Moretti. All.: Selena Mazzantini

PRIMO TEMPO

4′  Il primo tiro in porta è dell’Italia con Della Peruta che manda la palla a lato.
10′ Ritmi blandi che favoriscono l’Austria: le nostre avversarie hanno a disposizione due risultati su tre e controllano agevolmente le Azzurrine in questa prima fase.
13′ Shatzer va vicina al gol finalizzando un’azione offensiva insistita, ma trova l’opposizione del portiere El Sherif.
16′ Tira debolmente Roduner ma trova Bartolini attenta alla parata.
25′ Poca profondità da parte delle Azzurrine che favorisce il giro palla delle austriache teso a rallentare il gioco.
35′ L’Italia insiste troppo sulle ripartenze da dietro: una scelta che avvantaggia l’azione di contenimento dell’Austria e rallenta eccessivamente la manovra. Nessun vero pallone giocabile è arrivato dalle parti di Della Peruta, molto isolata in avanti.
45′ L’arbitro concede 1′ di recupero.

▶️ Il primo tempo si chiude a reti inviolate. Azzurrine troppo poco propositive in avanti. Austria che si difende con ordine e facilità, senza correre pericoli degni di nota. Gioco blando quello delle giocatrici di Mazzantini, con troppe ripartenze da dietro che non favoriscono la penetrazione delle punte azzurre. Poco sfruttati anche i calci da fermo. Occorrerà un cambio di passo, se si vuole ottenere la vittoria necessaria per passare il turno. Il 60% di possesso palla serve a poco o nulla, nel momento in cui non si registrano conclusioni degne di nota verso la porta avversaria.

SECONDO TEMPO

46′ Inizia la ripresa senza cambi nelle due formazioni di partenza.
50′ Non sembra cambiare il canovaccio della gara con un’Austria, apparsa per niente trascendentale, che controlla agevolmente la manovra delle Azzurrine ancora priva della ‘cattiveria’ necessaria per vincere.
54′ GOL Arriva anche la rete del vantaggio per le austriache, direttamente su calcio di punizione 
dalla grande distanza battuto da Ojukwu che sorprende una Bartalini molto disattenta in questa circostanza.
55′ Per l’Italia gara ancora più in salita di quanto non fosse apparso finora. Urgerebbe uno scossone dalla panchina, per cambiare l’atteggiamento tattico troppo blando della squadra.
60′ Della Peruta fallisce il gol del pareggio e si fa parare da El Sherif un rigore in movimento, quando era tutta sola e libera davanti al portiere.
64′ Le Azzurrine cercano di alzare il ritmo, ma l’Austria si difende con grande ordine e riparte pericolosamente.
66′ Esce Petrara per Zappettini: lo scopo è portare Pfattner in posizione più avanzata, perchè si devono segnare due reti per passare il turno.
70′ Gran tiro di Pfattner di poco alto sulla traversa.
75′ Solo il palo 
su tiro di Roduner salva l’Italia dalla rete del doppio svantaggio.
80′ GOL Raddoppio delle austriache. Dormita generale della difesa azzurra. Gran tiro da fuori di Aistleitner che scavalca Bartalini posizionata troppo avanti rispetto alla linea di porta e non esente da colpe neppure in questo caso. Esultanza dei numerosi tifosi austriaci presenti a Vercelli per sostenere la loro Nazionale.
87′ GOL Grande azione personale di Pfattner che supera anche El Sherif, insacca a porta vuota e accorcia le distanze per l’Italia.
90′ L’arbitro assegna 3′ di recupero.

▶️ Niente da fare per le Azzurrine che restano fuori dalla fase finale dell’Europeo e che, secondo il nostro parere, hanno ‘toppato’ da subito l’approccio alla gara contro un avversario che non ha particolarmente impressionato e si è limitato a controllare una partita tenuta a ritmi troppo blandi per impensierire una squadra che poteva contare su due risultati per passare il turno. In ombra Dragoni e Petrara, poco penetrante Della Peruta, non sufficiente la difesa, molto insicura Bartalini in porta. Panchina troppo scarsa per assicurare i ricambi necessari. Finisce l’avventura europea delle nostre ragazze.

===========================

La Nazionale femminile Under 19 conoscerà oggi il proprio destino al termine dell’ultima partita del girone di qualificazione. Al ‘Silvio Piola’ di Vercelli (calcio d’inizio ore 14,30, ingresso gratuito e diretta streaming su figc.it) le Azzurrine disputeranno un vero e proprio ‘spareggio’ contro le pari età dell’Austria per decretare la squadra che volerà in Belgio, dove dal 18 al 30 luglio si terrà la fase finale degli Europei di categoria.

Dopo due vittorie a testa nelle prime due giornate, la trama del girone 6 di questo Round 2 vede infatti Italia e Austria in testa al raggruppamento a punteggio pieno.

La peggiore differenza reti delle ragazze di Selena Mazzantini, per un gol realizzato in meno (sette contro otto), impone adesso alle Azzurrine un solo risultato a disposizione nell’ultima sfida del torneo: servirà vincere per chiudere il girone in testa alla classifica e ottenere così il pass per il Belgio.

CALENDARIO, RISULTATI E CLASSIFICA DEL GRUPPO 6

Mercoledì 5 aprile
Austria-Bosnia ed Erzegovina 2-0 (18’pt Ojukwu su rig., 2’st Aistleitner)
Grecia-ITALIA 0-4

Sabato 8 aprile
Austria-Grecia 6-0 (22’pt, 27’st e 46’st Madl, 35’pt Aistleitner, 41’pt Ojukwu su rig., 48’st Natter)
ITALIA-Bosnia ed Erzegovina 3-0

Martedì 11 aprile
Bosnia ed Erzegovina-Grecia (ore 14,30 – Novara, Stadio ‘Silvio Piola’)
ITALIA-Austria (ore 14,30 – Vercelli, Stadio ‘Silvio Piola’. Diretta streaming su figc.it)

CLASSIFICA: Austria (differenza reti +8) e ITALIA (+7) 6 punti, Bosnia ed Erzegovina e Grecia 0

Fonte testo: Figc Nazionali
https://www.figc.it/it/home/

You may also like

Per il rush finale della Nazionale Femminile, il ct Soncin ne chiama 33: è la (quasi) fotocopia del gruppo utilizzato contro la Norvegia

La Nazionale Femminile torna ad allenarsi in vista